Giu le mani dal Cilento

cilento.it

Turismo, cultura e natura nel Parco del Cilento

Festival degli Antichi Suoni: Aspettando la XVI Edizione – Progetto Agorà Contemporanea

Locandina EventoNell’incantevole borgo medievale di Novi Velia si svolge da anni il Festival degli Antichi Suoni, una manifestazione unica che raccoglie tutti i suonatori di Ciaramelle, Zampogne, Chitarre Battenti, Organetti e Flauti dell’area della Basilicata, della Calabria, della Campania e della Puglia. Suoni che si perdono nella notte dei Tempi e hanno accompagnato la vita delle genti del Sud nel corso dei secoli, e che oggi vengono riproposti affinché la memoria storica rimanga viva, ma, soprattutto, venga tramandata alle generazioni future.
La Manifestazione si svolge nel centro storico di Novi Velia e nel corso delle serate, in compagnia di musica genuina, possibile gustare i prodotti tipici del Cilento. Inoltre vi sarà la fiera espositiva degli strumenti musicali antichi.
Per l’edizione 2014, il Comune di Novi Velia realizza con i Fondi Europei Regione Campania Assessorato al Turismo anche un’anteprima del Festival in aprile, inserendo l’iniziativa nel progetto “AGORA’ CONTEMPORANEA”.
Con questo evento speciale, viene avviata anche la collaborazione con CilentoSona, la nascente rete di professionalità artistiche e tecniche che si pone come punto di riferimento e trampolino di lancio per la musica popolare cilentana attraverso la promozione di un circuito di Artisti ed Eventi in grado di rappresentare l’autentico volto del Cilento. CilentoSona punta alla valorizzazione di un modello musicale autoctono e credibile, attraverso la creazione di un’area culturale “identificabile” e la messa a fuoco delle specificità territoriali.
Tra gli ospiti della serata il calabrese Mimmo Cavallaro con lo spettacolo “Sacro et Profano” in cui raccoglie e reinterpreta brani della tradizione orale di matrice Sacra, legati alle principali ricorrenze religiose, e canzoni di amore, partenza, sdegno ed episodi di vita quotidiana legati al mondo del lavoro, racchiusi nel capitolo “Profano”; i “Kiepò” con canti a distesa, tarantelle, polke e stornelli…al suono degli autentici strumenti della tradizione musicale dell’Italia del Sud; Angelo Loia & Progetto Oiza con il suggestivo spettacolo “Cilentosona De Vita” in memoria del medico-cantautore cilentano Aniello De Vita; Giuliano Gabriele, artista italo-francese, tra gli esponenti più giovani dell’odierna rinascita del folk italiano, con lo spettacolo “Tarantella Madre”, che dal repertorio tradizionale del Sud Italia giunge alla sperimentazione world con composizioni e arrangiamenti molto originali; Mimmo Epifani, musicista istintivo e profondo, già collaboratore di artisti come Roberto de Simone, Eugenio Bennato (con il quale fonda il movimento Taranta Power), Ambrogio Sparanga e Fausto Mesolella degli Avion Travel, con il suo ultimo lavoro discografico PE’ I NDO’ (2013), un trascinante carnevale di suoni, voci e ritmi.