Giu le mani dal Cilento

cilento.it

Turismo, cultura e natura nel Parco del Cilento

Castellabate, il Forum giovanile in piazza per Emanuele Scifo

10007072_664328223605826_1394766763_n[1]Una giornata di solidarietà, con una maratona, musica, spettacoli, degustazioni e un flashmob, per raccogliere fondi per Emanuele Scifo. Si svolgerà domenica 30 marzo a Santa Maria di Castellabate. L’iniziativa è organizzata dal Forum Giovanile di Castellabate insieme al Comune, con il coordinamento logistico dell’Ufficio promozione turistica e culturale.
La giornata, dal titolo “La Speranza di Emanuele”, è dedicata al 33enne di Battipaglia, che necessita con urgenza di un trapianto multi viscerale ma l’intervento costa circa un milione di euro presso una clinica di Miami. In tantissimi si sono mobilitati in tutto il Salernitano per contribuire alla raccolta fondi ed il caso è stato posto all’attenzione anche della Regione Campania.
A Santa Maria l’appuntamento con “Una corsa per la vita… di Emanuele” prenderà il via alle ore 9,30 con il raduno sul Lungomare Perrotti, mentre la partenza è prevista per le ore 10,30. In contemporanea in piazza Lucia ci sarà l’animazione per bambini e attorno alle ore 11,45 la premiazione della corsa. Dopo l’evento sportivo si prosegue con musica, aperitivo e il pranzo in piazza. Nel pomeriggio spazio allo spettacolo con un flashmob a cura del Forum, le esibizioni delle scuole di ballo Esam e Progetto danza. Alle ore 18 estrazione della lotteria di beneficenza e a seguire i Doc Rock in concerto. La serata si chiude alle ore 20,30 con l’aperitivo.
«Plaudo all’iniziativa che dimostra la maturità e generosità dei nostri ragazzi – spiega il sindaco Costabile Spinelli – A poche settimane dall’insediamento del nuovo Forum i giovani che ne fanno parte si sono già resi protagonisti della vita del nostro paese, con proposte ed eventi di aggregazione ed evasione ma anche con questo appello alla solidarietà per un loro coetaneo che rischia la vita. Potrebbe essere il figlio o il nipote di ciascuno di noi. Invito tutti a contribuire con generosità».