Giu le mani dal Cilento

cilento.it

Turismo, cultura e natura nel Parco del Cilento

Il Cilento a Milano alla vigilia dell’EXPO 2015

x_orchis_onna-300x234[1]“Un vero museo naturale a cielo aperto di ben 47 Kmq e lungo un percorso di 13 Km: è la Valle delle Orchidee nel Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, geoparco e Patrimonio UNESCO. Lungo il percorso si possono ammirare 180 specie diverse di orchidee selvatiche e spontanee per la precisione: 68 specie, 57 sottospecie, 35 varietà, 24 ibridi. Una incredibile varietà di orchidee!… considerato che in tutto il Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano sono presenti 254 specie di orchidee selvatiche e in tutta Europa e nel Bacino del Mediterraneo se ne registrano 319! Il comune di Sassano, questo è il nome della località dove si trova la Valle delle Orchidee, conserva quindi un immenso patrimonio naturalistico, da proteggere e da difendere”. Lo ha affermato Marisa Prearo, già Presidente dell’Ente del Turismo di Salerno e project manager di “Cilento No Limits” il programma finanziato dall’Assessorato al Turismo e Beni Culturali della Regione Campania con fondi dell’Europa e realizzato dal Comune di Ascea in partenariato con Castel San Lorenzo, Monteforte Cilento, Felitto, Controne, Novi Velia, Cannalonga. “Alla vigilia di Milano 2015 illustreremo alla stampa la Valle delle Orchidee – ha proseguito Prearo – la Pompei del ‘900 quale il borgo seicentesco di Roscigno Vecchia, dove il tempo si è fermato a 112 anni ma anche i vini, il fagiolo di Controne, l’olio d’oliva, i fusilli di Felitto che saranno protagonisti di Cilento Art And Food. Presenteremo anche il Primo Campionato Italiano di Trekking Estremo, il primo in tutta Europa”.
La Valle delle Orchidee : dal borgo medievale alle betulle bianche risalenti all’ultima glaciazione
“Dai colori alle emozioni il passo è davvero breve nella Valle delle Orchidee. Si giunge a quota 1175 metri dopo aver attraversato 5 stazioni di osservazioni di orchidee per poi arrivare – ha concluso Marisa Prearo – dopo avere attraversato frazioni e ponti medievali, alla Piscina del Brigante. Di notevole attrazione questo walking tour che porta trekkers e turisti in uno straordinario scenario naturalistico ancora incontaminato. Una ricca vegetazione di orchidee, di fiori, faggi e betulle bianche dell’Appennino Meridionale risalenti all’ultima glaciazione. E la grande sorpresa di trovare animali allo stato brado e ammirare il volo dell’aquila reale”.
Dal 21 Marzo al 18 Maggio Cilento No Limits non solo proporrà una grande offerta sportiva con il Primo Campionato Italiano di Trekking Estremo, i campionati italiani di canoa, rafting, kayak, la Maratona della Magna Grecia con la Fiaccola della Pace, il Giro ciclistico del Cilento che attraverserà i borghi, la gara nazionale di Tiro con l’Arco nei boschi, Ciclismo, la Gran Fondo di mountain bike dedicata a Parmenide all’interno del sito archeologico di Velia ma soprattutto una grande offerta turistica con escursioni a cavallo, passeggiate in groppa d’asino, visite ai borghi medievali ed alla “Pompei” del ‘900, itinerari straordinari come quello dei 7 santuari, gite in barca ma anche le cittadelle del gusto lungo le piazze dei centri storici. Un Cilento da vivere in Primavera con sentieri e percorsi davvero unici.