Giu le mani dal Cilento

cilento.it

Turismo, cultura e natura nel Parco del Cilento

Futuro dell’Aeroporto di Salerno “Costa d’Amalfi”. La posizione della Camera di Commercio

La Camera di Commercio di Salerno, con riferimento alle notizie che quotidianamente appaiono sui mezzi di informazione, relative alla annosa questione sul futuro dell’Aeroporto di Salerno “Costa d’Amalfi”, ritiene doveroso esprimere, quale azionista di riferimento, alcune considerazioni di metodo e di merito.
Nel metodo, ritiene:
• indispensabile che le Istituzioni locali tutte prendano atto della ormai conclamata strategicità della Infrastruttura salernitana, ribadita dal Piano nazionale Aeroportuale.
• definitivamente tramontata l’era delle enunciazioni e dei proclami e che si debba passare ai fatti concreti.
• indispensabile il riconoscimento della pari dignità del Territorio salernitano rispetto ad altri e che lo stesso non è più nelle condizioni di chiedere, bensì di pretendere la massima attenzione sul piano degli investimenti.
Nel merito, ritiene utile che, al di là di sterili contrapposizioni politiche, si passi alla fase della piena collaborazione e del coinvolgimento, verso l’ottenimento del risultato, di tutti gli attori politici di questo Territorio, nazionali, regionali e locali.
La Camera di Commercio non farà mancare, come ha sempre fatto, il suo apporto di idee, di fatti e di investimenti, sempre che, oramai, in un tempo non più dilatabile all’infinito e quindi, anche nel volgere delle prossime settimane, si giunga alla definizione di un crono programma reale che ponga al centro la questione dei finanziamenti pubblici per il completamento della Infrastruttura.
Questa Camera, inoltre, ribadisce che l’iniziativa Aeroporto è ascrivibile a tutto il Territorio e che, come per il passato, debba essere aperta alla partecipazione ed al contributo fattivo ed economico di tutte le Istituzioni, per cui rende disponibile anche quote di sua proprietà al fine di ampliare la base sociale e decisionale.
Rivolge, infine, un ulteriore appello ad una coesione Istituzionale fattiva e collaborativa nell’interesse precipuo del Territorio e delle imprese.