Giu le mani dal Cilento

cilento.it

Turismo, cultura e natura nel Parco del Cilento

Piano Vetrale in festa per la XXXIII Edizione del Pennello d’Oro

Murales di Alessandro Calabrese che raffigura il ritratto di Paolo De Matteis  (1)Dopo una settimana intensa di incontri artistici che hanno visto Piano Vetrale diventare il centro culturale del Cilento, si chiude la XXXIII Edizione “Il Pennello D’Oro” con un bilancio più che positivo. La rassegna d’arte, che è diventata un importante momento d’incontro di noti pittori, anche quest’anno ha visto un paese in festa stringersi intorno a questi artisti che in estate fanno rivivere questo antico borgo che conserva ancora la patina del tempo e la memoria del grande Paolo De Matteis, il quale quì ebbe i natali nel 1662. Piano Vetrale, meglio conosciuto come paese dei Murales, una realtà artistica che da oltre 30 anni si rinnova con nuove opere, anno per anno noti pittori trasformano la vetustas di antichi caseggiati in piccoli grandi capolavori che hanno reso famoso questo borgo nel mondo. Fra le opere di quest’anno si segnala il murales di un noto pittore e scenografo romano Alessandro Calabrese che su una dimensione di cinque metri per quattro ha raffigurato il volto del maestro Paolo De Matteis tratto da un suo noto autoritratto. Un lavoro esemplare ed al tempo stesso maestoso non solo per le dimensioni ma per l’imponenza pittorica che si osserva dalla piazzetta del campanile, da dove turisti e visitatori fotografano la nuova opera. I Murales di Piano si arricchiranno ancora quest’anno di due lavori degni di nota appena completati dagli artisti Maddalena Cilione e Antonio Loffredo. Fra gli artisti che in questi anni hanno dipinto noti capolavori sui caseggiati di Piano Vetrale non possiamo non ricordare Mauro Trotta, artefice di numerosi murales che rappresentano angeli e Madonne tratti dalle opere del maestro Paolo De Matteis. Di questo alone di festa per artisti e ammiratori segnaliamo l’attiva Pro Loco di Piano di cui ne è presidente l’energico Giuseppe Sica che ha coordinato tutti i giorni d’incontri in modo ineccepibile. Come ogni anno a chiudere la rassegna del Pennello d’Oro è l’estemporanea di Pittura, che anche quest’anno ha visto la partecipazione di noti artisti da tutta la Campania. Ad aggiudicarsi la palma della vittoria Vincenzo Baldi con uno scorcio di balconi fioriti, al secondo posto Francesco Autuori con un acquerello di grande valenza artistica, mentre al terzo posto il pittore Naif Salvatore Damiani. Ed ancora tre artisti segnalati per la bravura pittorica espressa con magistrale sapienza pittorica sono: Carmine Pinto, Antonio Suriano ed Antonio Izzo. La commissione composta dal Pittore Mario Romano, l’avvocato Pesca, l’ingegnere Mauro Inverso, professoressa Enza Longo, l’architetto Janni e l’artista Antonio Loffredo, ha lodato tutte le opere in concorso interessanti per qualità artistica e completezza cromatica. Come ogni anno un paese in festa che fa sentire la cordialità cilentana ai tanti artisti pervenuti nella settimana dell’arte, che anche in questa XXXIII edizione ha magnificato la cultura artistica in nome di Paolo De Matteis.