Giu le mani dal Cilento

cilento.it

Turismo, cultura e natura nel Parco del Cilento

Voucher sociali per le famiglie residenti nel Vallo di Diano e nel Tanagro

Voucher sociali con finalità multiple a beneficio delle famiglie residenti in uno dei 19 comuni del Vallo di Diano e del Tanagro di competenza del Piano Sociale di Zona S10 (ex S4).
Attraverso un apposito bando finanziato con fondi regionali, con tale iniziativa si mira ad offrire alle famiglie una forma di compartecipazione alla spesa per i servizi di cura rivolti ai minori fino a 12 anni e ai familiari non autosufficienti.
Lo scopo è quello di favorire la conciliazione tra vita lavorativa e familiare e la parità di accesso al mercato del lavoro, in particolare per le donne.
Sono due le tipologie dei voucher proposti che saranno erogati attraverso buoni pre-pagati, rimborsi spesa o assegni.
Voucher di conciliazione rivolti a minori di età compresa tra 0 e 12 anni
Saranno erogati sotto forma di buono pre-pagato o di rimborso spesa per l’acquisto di servizi socio-educativi di cura rivolti a minori di età compresa tra 0 e 12 anni offerti da strutture e/o soggetti pubblici e privati (ad esempio: scuole materne, centri diurni, doposcuola, trasporto scolastico, servizio mensa) iscritti nel Catalogo, tenuto dall’Ufficio di Piano, dell’offerta dei servizi di conciliazione rivolti ai minori (0-12 anni).
Può presentare istanza d’accesso al voucher di conciliazione il genitore, o chi ne fa le veci, del bambino frequentante uno dei servizi di prima infanzia sopra specificati.
Voucher per sostegno economico alle famiglie con a carico anziani non autosufficienti o disabili.
Tale tipologia di voucher sarà concessa sotto forma di rimborso spesa da utilizzare per il rimborso parziale delle spettanze retributive, dei contributi previdenziali ed assistenziali versati dalla famiglia (datore di lavoro) nell’arco dei 12 mesi successivi all’assunzione di un assistente familiare qualificato regolarmente iscritto nell’apposito Registro istituito dal Piano Sociale di Zona S10. Si
L’obiettivo prioritario è quello di favorire la conciliazione tra vita lavorativa e familiare per la cura di un proprio familiare anziano non autosufficiente ultrasessantacinquenne o persona disabile, anche non convivente.
Possono presentare istanza d’accesso al voucher le famiglie con in carico familiari non autosufficienti, l’assistito o un familiare, fino al 3° grado di parentela o affine fino al 3° grado, anche non convivente.
La domanda per usufruire dei voucher sociali a finalità multiple dovrà essere presentata, utilizzando l’apposita modulistica, e consegnata a mano, in busta chiusa, o spedita, tramite raccomandata A/R, al Protocollo Generale del Piano Ambito S10 (ex S4), entro le ore 11:00 del 2 settembre 2013.