Giu le mani dal Cilento

cilento.it

Turismo, cultura e natura nel Parco del Cilento

Paestum. Recupero, riqualificazione e valorizzazione della zona archeologica

Il Consiglio comunale, nella seduta di martedì 30 luglio, ha approvato lo schema del protocollo d’intesa che verrà siglato sabato 3 agosto alle 11 presso il museo tra il Comune di Capaccio Paestum e la direzione regionale per beni culturali e paesaggistici della Campania Soprintendenza per i Beni Archeologici di Salerno, Avellino, Benevento e Caserta, per la definizione delle finalità, degli obiettivi e delle linee strategiche e programmatiche dell’intervento di recupero, riqualificazione, valorizzazione e riassetto del sistema della viabilità, compresa la realizzazione del sottopasso ferroviario, degli accessi e dei parcheggi dell’area del parco archeologico di Paestum.
«E’ un’iniziativa d’importanza storica per il nostro territorio. – afferma il sindaco Italo Voza – Il protocollo d’intesa prevede la più ampia condivisione e comunicazione degli atti, delle procedure e dei tempi che ognuna delle parti porrà in essere. In questo modo si ribalta la procedura utilizzata fino ad oggi in cui il Comune, dopo avere portato avanti tutto l’iter, dallo studio di fattibilità fino al progetto definitivo, rischiava di vedersi bocciato il progetto. Con la stipula di questo protocollo l’iter verrà portato avanti in stretta collaborazione tra comune e soprintendenza, il che significa che funzionari e tecnici dei due enti lavoreranno insieme, studi e progettazione verranno effettuati in collaborazione e si arriverà al progetto definitivo già con tutte le autorizzazioni, senza correre il rischio che il progetto venga bocciato alla fine dell’iter».

La Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Campania Soprintendenza per i Beni Archeologici di Salerno, Avellino, Benevento e Caserta si impegna a promuovere procedimenti tesi alla progettazione e alla realizzazione dei seguenti interventi:
 recupero e rifunzionalizzazione dell’ex opificio Cirio quale nuova porta d’accesso al Parco Archeologico, anche attraverso la musealizzazione degli scavi del santuario di Santa Venera (in parte sottostante il vecchio opificio) e la creazione di spazi da destinare a servizi di accoglienza, aree espositive, servivi aggiuntivi;
 adeguamento, ristrutturazione e riqualificazione degli spazi interni ed esterni al Museo Archeologico Nazionale di Paestum;
 intervento di efficientamento energetico del Parco Archeologico e del Museo Archeologico Nazionale di Paestum;
Il Comune di Capaccio Paestum si impegna promuovere procedimenti tesi alla progettazione e realizzazione dei seguenti interventi:
 realizzazione del sottopasso ferroviario per superare le criticità conseguenti alla chiusura del passaggio a livello della stazione di Paestum;
 pedonalizzazione del lato orientale delle mura mediante la realizzazione di una fascia di rispetto a verde e del ripristino della viabilità di collegamento con la via Laghetto;
 realizzazione dello scavo spettacolare dell’Anfiteatro romano;
 definizione del sistema dell’accessibilità del borgo di Paestum, con particolare riferimento ai residenti, agli operatori economici e al personale del Museo;
 pedonalizzazione e definizione del sistema dell’accessibilità del borgo Tavernelle, con particolare riferimento ai residenti e agli operatori economici;
 rifunzionalizzazione del sistema dei parcheggi esistenti e individuazione di nuove aree di sosta.