Giu le mani dal Cilento

cilento.it

Turismo, cultura e natura nel Parco del Cilento

I Funk Off al Festival degli Alburni

FUNK OFFTrapela un altro nome dal cartellone della 20^ edizione dell’Alburni Jazz& blues Festival, in agenda in Piazza Ennio D’Aniello dal 7 all’11 agosto, ed è quello della marching band fiorentina dei Funk Off, ospite, il 10 agosto, della kermesse ideata e promossa dall’amministrazione comunale retta da Franco Mennella e affidata alla direzione artistica dei fratelli Daniele e Tommaso Scannapieco. Un concerto, questo, pensato all’insegna dello stile delle street band, in cui è l’aspetto spettacolare a farla da pardone, attraverso le coreografie, le piroette, la sincronia dei musicisti ed il loro cinetismo. Ciò non toglie, d’altra parte, l’apporto fondamentale di un linguaggio musicale di spessore che forma tutt’uno con gli spettacoli proposti. In questo discorso si inserisce “Power to the Music”, ultimo lavoro della marching band toscana nonché punto d’arrivo di una ricerca che dura da anni, in cui la vena compositiva di Dario Cecchini – fondatore e leader della formazione – dà vita ad una ricchezza che è propria della grande tradizione delle bande: i contrappunti, le strutture estese, con arcate a sviluppi e contrasti, gli impasti caldi di ance e ottoni, le fermate e riprese della ritmica. Sorti nel ’98, nell’inverno del 1998, dopo una intensa attività live i Funk Off arrivano all’attenzione dei responsabili di Umbria Jazz. Voluti nel 2003 come ospiti in occasione del trentennale di Umbria Jazz, hanno colorato e riempito di energia di Funk e Soul, Jazz e R&B le strade di Perugia, approdando poi sul palco di un entusiasta James Brown. Da allora la band è stata sempre presente in tutte le altre edizioni del celebre festival perugino. Numerose, negli anni, le collaborazioni con artisti del calibro di: Paolo Fresu, David Liebman, Horacio “El Negro” Hernandez, Stefano Bollani, Gegè Telesforo, Maurizio Giammarco, Fabrizio Bosso, Marco Tamburini, Gianluca Petrella, Antonello Salis, Bengi Benati, Crystal Whyte. All’intensa attività live hanno affiancato una distreta produzione discografica. Dopo aver esordito con “Uh Yeah!” nel 2001, nel 2003 hanno dato alla luce “Little Beat” del 2003, seguito – a distanza di quattro anni – da “Jazz On”. Nel 2009 hanno lavorato al nuovo disco che è uscito nel 2010 per la My Favorite Records e che si intitola “Una Banda Così” e vede la presenza di ospiti prestigiosi come Horacio “El Negro” Hernandez, Antonello Salis, Gianluca Petrella e Fabrizio Bosso. A Settembre 2010 è stata pubblicata, all’interno della collana JAZZCarish, la raccolta degli spartiti dei brani contenuti nel loro CD “Una banda così”, l’ultimo prima del più recente: Power to the music, edito lo scorso anno.