Giu le mani dal Cilento

cilento.it

Turismo, cultura e natura nel Parco del Cilento

Gioi, “Le piante spontanee alimentari” di Dionisia De Santis

003Un testo che ha lo scopo di favorire, attraverso numerose immagini e schede descrittive, il riconoscimento e il possibile utilizzo di 127 specie diverse di piante alimentari spontanee. Ma, soprattutto, vuole essere un contributo volto a valorizzare la biodiversità biologica e culturale del territorio cilentano. Un territorio, che proprio per la sua elevata biodiversità, è stato riconosciuto dall’Unesco Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Tutto questo si trova nel libro “Le piante spontanee alimentari nel parco Nazionale del Cilento e del Vallo di Diano” di Dionisia De Santis (edito dall’Associazione Naturalistica Zefiro) che sarà presentato domani (29 giugno) presso l’aula consiliare del Comune di Gioi alle ore 17.30.
Viviamo in un’epoca in cui si avverte sempre più la necessità di un cambiamento radicale, di una transizione culturale, ma un passaggio che deve avvenire necessariamente guardando al passato, per saper cogliere il positivo di quelle che sono state le antiche esperienze umane. E in questa ottica, le piante spontanee alimentari e il loro uso nel tempo, diventano uno spunto straordinario per meglio evidenziare le tante interazioni positive che esistono tra la forza creatrice della Natura e le azioni dell’Uomo; per evidenziare la vasta biodiversità che si è creata da queste antiche relazioni.
La presentazione del libro di De Santis è il terzo incontro della terza edizione della kermesse culturale “Un libro…al mese”, organizzata dal Comune in collaborazione con le associazioni territoriali e l’Unione dei Comuni Valle dell’Alento.
“Siamo arrivati già alla metà dell’edizione 2013 – afferma il sindaco Andrea Salati – e il primo bilancio è davvero entusiasmante visto che la partecipazione di pubblico è andata aumentando in maniera consistente. Infatti manifestazioni, con cadenza regolare, dedicate alla cultura ormai ce ne sono poche ma noi crediamo che implementando questo settore si riesca ad avere un futuro diverso per la nostra terra”. Alla presentazione, moderata da Maria Teresa Scarpa, prendono parte: Michele Santangelo, don Guglielmo Manna, Giuseppe Tarallo e l’autrice.
In sala saranno presenti le mostre pittoriche e scultoree opera di: Mario Romano, Maria Rosaria Verrone, Yvonne Zellweger, Enzo Marotta e Giuseppe Manigrasso.
Gli altri incontri in calendario sono: 13 luglio “La pasta nella dieta mediterranea (e non solo…)” di Giovanni Ardolino; 17 agosto “T’aggia fa verè ‘u Ciliento” di Domenico Volpe; 7 settembre “Vuci” di Mauro Ruggiero e Jan Maruna.