Giu le mani dal Cilento

cilento.it

Turismo, cultura e natura nel Parco del Cilento

Esaurite le rirorse finanziaria di Invitalia

«Non possiamo permetterci di abbandonare, emarginare, far venire meno l’ultimo barlume di speranza a competenze, professionalità e voglia di dare avvio a nuove attività soprattutto da parte dei giovani delle aree svantaggiate del Paese. Si metta subito mano alla dotazione finanziaria di queste misure agevolative». Questo il primo commento di Pietro Vivone, presidente di Asso.A.P.I. Salerno, alla comunicazione, pubblicato in Gazzetta Ufficiale lo scorso 24 aprile, con cui Invitalia spa (ex. Sviluppo Italia) ha annunciato l’esaurimento della dotazione di risorse finanziarie per le misure di finanza agevolata, ditta individuale e microimpresa. Misure che in questi anni hanno permesso a centinaia di nuove imprese di nascere e prosperare. «Lo stop ai finanziamenti Invitalia è un colpo durissimo per l’imprenditoria, soprattutto giovanile – continua Vivone – In un momento di crisi acutissima, tali misure rappresentano un eccellente strumento per chi vuole iniziare una nuova avventura imprenditoriale ma non ha capitali da investire. Eppure, mentre sull’esaurimento dei fondi distribuiti da Invitalia per Autoimpiego e Autoimprenditorialità tutto tace, il governatore Caldoro dà spazio alla promozione del Microcredito, i cui fondi dovevano già essere stati erogati mentre ancora non si conosce nemmeno l’esito di tutte le pratiche né tantomeno come accedere ai fondi».