Giu le mani dal Cilento

cilento.it

Turismo, cultura e natura nel Parco del Cilento

Dalla Bcc Aquara 120 milioni di euro per il territorio. Sostegno concreto alle famiglie e alle imprese

La Bcc di Aquara continua a registrare risultati positivi nonostante uno dei periodi più cupi per il paese e per il sistema bancario nazionale. I dati del primo semestre del 2012, approvati dal Consiglio di Amministrazione della Bcc di Aquara, hanno superato ogni più rosea previsione.
La Banca, presieduta da Luigi Scorziello, aggiunge alla crescente reputazione di banca vicina al territorio, quella di banca solida e affidabile.
A conferma dell’impegno della Bcc di Aquara verso il proprio territorio, si registra un aumento semestrale dei finanziamenti concessi alla clientela di 3,5 milioni di Euro, variazione che consente di raggiungere un valore totale superiore ai 120 milioni di Euro. Risorse che hanno garantito sostegno concreto, ma anche sviluppo per l’economia delle imprese e delle famiglie, che vivono ed operano sul territorio, in particolar modo, in questa fase dove sono pochi i soggetti economici che erogano credito con continuità.
A questa politica si accompagna una crescente fiducia da parte della clientela; infatti, la raccolta diretta, nella quale rientrano i depositi dei clienti, raggiunge quasi i 180 milioni di Euro, mantenendo i valori di inizio anno.
Altro elemento di enorme importanza, dal punto di vista economico, è rappresentato dall’utile di esercizio semestrale, che risulta già superiore rispetto al valore registrato nel corso dell’intero esercizio 2011. Infatti, nei primi sei mesi dell’anno, l’utile è pari a 1,4 milioni di Euro.
Le proiezioni per la fine anno, pertanto, potrebbero portare il risultato economico su valori record che mai sono stati raggiunti nel corso della storia della Bcc di Aquara.
Il risultato, così sintetizzato, consentirebbe di incrementare decisamente la consistenza patrimoniale dell’azienda. Al 30 giugno 2012, difatti, il patrimonio di vigilanza supera i 20 milioni di Euro, con una variazione semestrale superiore al +7%.
Il Consiglio di Amministrazione della Banca ha espresso un giudizio molto positivo in merito ai risultati semestrali e ha varato un piano strategico triennale che prevede, entro il 2014, un aumento del patrimonio di vigilanza di 10 milioni di euro e una serie di iniziative innovative per dare supporto ad aziende e famiglie.
Il Direttore generale della Bccdi Aquara, Antonio Marino, commentando i risultati semestrali ha spiegato che “la crescita della Banca non deve diventare la cattedrale nel deserto. La Bcc di Aquara vuole crescere anche e soprattutto insieme all’economia reale. L’economia fatta di imprese e famiglie che lavorano sodo e che consentono all’Italia di rimanere un paese serio nonostante le corruttele e le vessazioni di una classe dirigente al collasso”. Di fatto, non si contano le iniziative della Bcc di Aquara prese accanto e a favore alle imprese: i Salerno Bond, i tavoli per l’edilizia, il recupero dell’ex area Parmalat, la promozione dei vini del Cilento.