Giu le mani dal Cilento

cilento.it

Turismo, cultura e natura nel Parco del Cilento

Terza Serata del Festival Segreti d’Autore

Il 3 agosto alle ore 21,00 Alessio Boni, premiato protagonista, tra gli altri, dei film “Walter Chiari” e “Caravaggio”, sarà ospite a Serramezzana della Terza Serata del Festival Segreti d’Autore.
L’attore presenterà insieme al regista Erik Bernasconi un’anteprima del Film SINESTESIA, con ALESSIO BONI, GIORGIA WURTH, MELANIE WINIGER e LEONARDO NIGRO.
Il film prodotto da ImagoFilm Lugano in coproduzione con RSI Radiotelevisione Svizzera, non ancora distribuito nelle sale, è stato presentato nei più importanti festival internazionali di cinema vincendo numerosi premi tra cui quello per la Miglior fotografia – Pietro Zuercher, Miglior attore protagonista – Alessio Boni e Miglior attrice non protagonista – Giorgia Wurth del BAFF Film Festival di Busto Arsizio e il Premio del Pubblico come Miglior Film nella categoria “lungometraggi di finzione” al 34. Grenzland-Filmtage di Selb, in Germania.
Sinestesia segue le vicissitudini di quattro giovani adulti in due momenti della loro vita, a ridosso di due episodi drammatici separati l’uno dall’altro da tre anni. In questo lasso di tempo i personaggi sono confrontati con le gioie della quotidianità e con le normali difficoltà della vita. Ma si trovano anche a reagire ai colpi di quel destino che ogni tanto, in modo aleatorio, decide di mettere un bivio nelle vite delle persone. Il personaggio centrale è Alan (Alessio Boni).
Attorno a lui sua moglie Françoise (Giorgia Wurth), la sua giovane amante Michela (Melanie Winiger), e Igor (Leonardo Nigro), il suo migliore amico. Note del regista
“Questo progetto nasce durante l’inverno 2006, dopo la lettura di un trafiletto di poche righe in un quotidiano ticinese. Sinestesia riflette sulla presenza del destino nella vita dei quattro personaggi principali. Sostiene un semplice assioma: siamo responsabili delle nostre vite, ma a volte ciò che accade sfugge al nostro controllo. In ogni momento il nostro destino può svoltare e allora diventiamo tutti in qualche modo “diversamente abili”, ognuno di noi ha bisogno di qualcuno che si occupi di lui.
L’utilizzo della camera a spalla, piuttosto delicata, traduce formalmente la natura realistica della vicenda. L’avvicinamento dei capitoli a determinati generi cinematografici lascia comunque spazio ad alcuni stilemi tipici dei generi in questione.” – Erik Bernasconi
Introduce gli incontri Elisabetta Nepitelli Alegiani.
Serramezzana, Piazza XX Settembre
Ore 21,00
INGRESSO LIBERO