Giu le mani dal Cilento

cilento.it

Turismo, cultura e natura nel Parco del Cilento

Premio Favale, sabato si assegnano i premi alle compagnie amatoriali

Negli ultimi due mesi si sono confrontate sul palco del teatro “La Provvidenza” di Vallo della Lucania a colpi di battute, interpretazioni, regie, scenografie e costumi. Sabato prossimo (26 maggio) le otto compagnie amatoriali che partecipano al Premio Favale conosceranno il verdetto della giuria tecnica, chiamata a scegliere i vincitori della rassegna. In una serata evento, che avrà inizio alle ore 21 e sarà condotta dalle giornaliste Biagina Grippo e Carmela Santi, si susseguiranno, infatti, momenti di spettacolo e suspence.
Sarà una grande festa per il teatro e il Cilento, che attraverso le compagnie amatoriali ha dimostrato di aver maturato personalità e capacità paragonabili ai professionisti, con la soddisfazione del direttore artistico Carlo Sacchi e del direttore del teatro monsignor Guglielmo Manna, appena riconfermato vicario diocesano per l’opera svolta nel precedente e nell’attuale episcopato.
Il messaggio che anima la rassegna è, infatti, un incitamento a credere nelle proprie forze e nelle proprie capacità, come dimostra il vescovo della diocesi di Vallo monsignor Ciro Miniero, che fin dall’arrivo nella Chiesa cilentana ha voluto fortemente mettere al centro della sua azione l’uomo. Il Pastore parteciperà alla serata assieme a rappresentanti istituzionali, sindaci e imprenditori.
Ai gruppi amatoriali saranno assegnati i premi intitolati a monsignor Giuseppe Rocco Favale, che ha ideato la manifestazione e tanto ha fatto per la crescita del territorio cilentano. In particolare sono previsti riconoscimenti per il miglior attore, attrice, regia, scenografia, costumi, attore e attrice non protagonista, nonché per la miglior compagnia che sarà inserita di diritto nel cartellone del teatro 2012-2013.
Saranno assegnati, inoltre, fuori concorso, premi per la cultura, lo sport, il giornalismo, l’arte e l’imprenditoria.
Le compagnie in gara sono I Triatisti di Camerota, Il Palistro di Ceraso, San Biase e Massascusa, Attori per diletto di Centola, Skenexodia di Civitavecchia, La bottega del sorriso di Camerota, il gruppo Giovanni Sorrentino di Policastro, il Gruppo giovani saveriani di Salerno e la Compagnia stabile del Cilento di Vallo della Lucania.