Giu le mani dal Cilento

cilento.it

Turismo, cultura e natura nel Parco del Cilento

Al via un programma di integrazione sociale per persone anziane e disabili impegnate in attività di orticoltura nei comuni del Vallo di Diano

Nei Comuni del Vallo di Diano e del Tanagro al via un progetto sperimentale per lo sviluppo di percorsi di integrazione sociale legato alla realizzazione di orti ed alla cura delle colture. A proporlo è il Piano di Zona Ambito S4 attraverso l’iniziativa denominata “Orti Sociali Diano-Tanagro”, finanziata a valere su risorse del POR CAMPANIA FSE 2007/2013. Obiettivo Operativo “Rafforzare la cultura delle pari opportunità”.
A beneficiarne saranno le persone anziane autosufficienti, di età superiore ai 65 anni, e persone disabili, anche carrozzate, con idoneità specifica al lavoro manuale, residenti in uno dei 19 Comuni dei due comprensori a sud di Salerno.
“Orti sociali” si articola attraverso l’espletamento di attività aggregative e di socializzazione, didattico-educative e formative. In particolare, coloro che parteciperanno al progetto saranno impegnati in attività di auto produzione delle varietà agricole, di educazione alimentare ed ambientale, di recupero delle colture della tradizione e nella realizzazione di produzioni di agricoltura biologica.
“Con tale progetto miriamo, sottolinea Antonio Florio, responsabile del Piano di Zona S4, all’inclusione sociale di persone anziane e di persone disabili attraverso l’orticoltura, ovvero impegnandole in attività di produzione nonché di cura di colture agricole”.
In pratica, con “Orti sociali” si promuovono sia nuove forme di socialità e di formazione, che si esplicano, tra l’altro, in tecniche orticole biologiche, sia in metodi di riabilitazione psicosociale quali l’ortoterapia.
Il Progetto sperimentale “Orti Sociali Diano-Tanagro”, della durata di 12 mesi, sarà realizzato in aree già individuate nei territori comunali di Auletta, Caggiano, Padula, Pertosa, Polla, Sala Consilina, San Rufo, Sant’Arsenio, Sassano e Teggiano.
Gli interessati a partecipare dovranno, entro il prossimo 25 maggio, salvo eventuali proroghe, presentare apposita domanda da consegnare a mano o spedire, a mezzo raccomandata, presso l’Ufficio del Piano Sociale di Zona S4, sito in Sala Consilina (SA) alla Via Mezzacapo, 217. Il modello è scaricabile dal sito www.pianosociales4.it, visitando il quale si potranno reperire ulteriori informazioni.