Giu le mani dal Cilento

cilento.it

Turismo, cultura e natura nel Parco del Cilento

Sapri, continua “Pisacane 2011”

Ha riscosso un notevole successo di pubblico il prete anticamorra Don Luigi Merola che ieri sera ha inaugurato nella città della spigolatrice la quattro giorni pisacaniana di questo fine agosto 2011.
Dinnanzi ad una folta platea di pubblico di ogni fascia di età, il prete napoletano ha raccontato la sua esperiena e la sua lotta alla camorra, invitando tutti a non abbassate la testa e a lottare sempre per un mondo migliore.
La serata di oggi, invece, sarà dedicata alla memoria dell’indimenticato professor Luciano Russi, scomparso nel giugno del 2009 e fondatore del Centro di Documentazione Carlo Pisacane di Sapri.
Alle ore 18.00, alla presenza delle autorità, sarà inaugurata la nuova sede del Centro, situata presso l’ex complesso scolastico “Santa Croce”. Allo stesso tempo sarà dedicato al professor Russi la sala lettura del Centro. “Luciano amava a dismisura il Centro di Documentazione Carlo Pisacane e la città di Sapri, e per questo motivo questa edizione del Pisacane sarà incentrata sulla sua figura” ha dichiarato il professor Rosario Galli, membro del Centro di Documentazione che dopo quattro anni è tornato a fare capolino nella città della spigolatrice.
Dopo l’inaugurazione della sala lettura del Centro a Luciano Russi, l’attenzione si sposterà in Villa Comunale: alle 22.00 ancora la figura di Russi la farà da protagonista con “Pensieri e parole per Luciano”. Un ricordo affettuoso dei suoi amici e compagni di avventura più cari. Sarà proiettato il film “Sulle tracce di Pisacane”, che Rosario Galli definisce “un regalo di Luciano alla città di sapri, ai sapresi e al Centro: si è dato anima e cuore a questa pellicola, e per renderla unica non ha voluto attori professionisti, ma suo figlio Edoardo, mia figlia Clelia e il figlio del professor Adolfo Noto (presente anch’egli questa sera, ndc): diceva che avevano Sapri nel cuore, erano cresciuti qui, e che nessuno di loro avrebbe fatto meglio sulla scena. Quanto aveva ragione!”.
Dopo la proiezione del film il ricordo di Russi continuerà con altri professionisti e i giornalisti che hanno avuto la fortuna di conoscere il professor Luciano.
Domani sarà invece il giorno della Rievocazione Storica dello Sbarco. Alle ore 19.00 per le strade cittadine sfilerà il Corteo Storico, alle 20.00 momento religioso al largo dei Trecento in ricordo dei caduti. Alle 22.00, invece, sotto l’abile regia di Gaetano Stella nello spledidio scenario di Piazza San Giovanni andrà in scena la rappresentazione “Nel 154° anniversario dell’Unità d’Italia 1857… tutto ebbe inizio: Da Pisacane a Garibaldi un sogno di libertà”. Un titolo provocatorio (“nel 154° anno dell’Unità d’Italia…) proprio a simboleggiare il fatto che per Sapri l’Unità della Nazione è arrivata con quattro anni di anticipo grazie a Carlo Pisacane e ai suoi valorosi trecento. Non a caso nel sottotitolo della rappresentazione è specificato “La vera storia scritta con il sangue dei vinti”.
Domenica 28 chiusura della Manifestazione con la consegna dell’ambitissimo Premio Internazionale “Carlo Pisacane”, ricevuto nel recente passato anche dall’attuale Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano. Ospiti della serata Stefano Antonucci, Enrico Beruschi, Mimmo Locasciulli, Marco Simeoli e Gabriele Galli. Presenterà Rosario Galli, che svela una piccola sorpresa: la consegna alla signora Ornella Russi e al figlio Edoardo Russi del Premio Internazionale “Carlo Pisacane” alla memoria del professor Luciano Russi. “Una decisione – conclude Galli – presa all’unanimità da tutti i componenti del Centro di Documentazione Carlo Pisacane: il minimo che si possa fare per una persona immensa come Luciano Russi”.