Giu le mani dal Cilento

cilento.it

Turismo, cultura e natura nel Parco del Cilento

“Cilento Delizie”, per tre giorni Cicerale diventa capitale dei prodotti bio e tipici

Da domani a venerdì apertura delle botteghe artigianali e degustazioni di ceci.
Delizie per gli occhi e per il palato all’insegna del mangiar sano, ma anche presentazioni di libri, tavole rotonde, mostre d’arte ed esibizioni folcloristiche. Per tre giorni Cicerale promuove i suoi celebri ceci, assieme ai prodotti biologici e tipici che rappresentano l’eccellenza dell’enogastronomia campana. Da mercoledì 10 agosto a venerdì 12 agosto il seicentesco borgo di Montecicerale (SA) trasformerà infatti i suoi vicoli e le sue piazze, i portoni e le scalinate, in suggestive botteghe artigianali, in occasione della quindicesima edizione di “Cilento Delizie”, fiera nazionale dei prodotti biologici, tipici e locali.
L’evento che mette in vetrina i prodotti agro-alimentari di qualità e l’artigianato locale è organizzato dal Comune guidato dal sindaco Francesco Carpinelli, con l’impegno dell’assessore all’agricoltura Michele Palumbo, in collaborazione con la Proloco presieduta da Matteo Del Galdo e l’associazione di produttori Ciceralit presieduta da Renato Corrente, con il patrocinio del Parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano, della Provincia di Salerno, della Regione Campania, della Camera di commercio di Salerno. Apertura degli stand alle ore 19.

Nella cucina delle stelle con don Alfonso. E ora si punta al presidio Slow food
Protagonista indiscussa dell’evento sarà la leguminosa tipica di Cicerale, che verrà proposta in degustazione sia in piatti tradizionali che in sperimentazioni culinarie. A “Cilento delizie” si potranno assaggiare, quindi, le classiche lagane e ceci e le zuppe di ceci, ma anche dolci di ceci, crêpe con farina di ceci e perfino pizza con i ceci.
A lanciare nella cucina delle stelle questo prodotto è stato il grande don Alfonso Iaccarino che nel suo ristorante di Massalubrense propone agli ospiti piatti a base di ceci di Cicerale e li ha voluti anche in una cena di gala al Vinitaly di Verona.
«Ci sono continue richieste di prodotto da parte di ristoranti e alberghi tra i più famosi d’Italia, ma l’attuale produzione non riesce a soddisfare la domanda – spiega il sindaco Francesco Carpinelli – Il merito di tanto interesse è nella qualità organolettica dei nostri ceci, che si presentano piccoli, hanno una ridottissima presenza di amido e una composizione minerale tipica».
Nell’ottobre 2009 si è costituita anche l’associazione di produttori Ciceralit, presieduta da Renato Corrente, che oggi raccoglie 18 aziende produttrici del territorio, di cui 5 certificate bio. A fronte dei 40 quintali di ceci prodotti l’anno scoro con soli 8 associati, per l’attuale stagione si attende una produzione di circa 80 quintali. Un risultato ottimo per la giovanissima realtà che, assieme al Comune, punta ora ad ottenere il presidio Slow Food per i ceci di Cicerale, un prestigioso riconoscimento che offrirebbe una marcia in più alla tutela e alla promozione del prodotto. «Il primo passo è stato fatto con la costituzione della Comunità del cibo di Slow food, ora abbiamo tutte le carte in regola per puntare al presidio», dice infatti Corrente.

Il programma di “Cilento delizie 2011”
Mercoledì 10 agosto alle ore 19 cerimonia di inaugurazione nella piazza di Montecicerale. A seguire incontro dibattito su “Agricoltura e prodotti di qualità”. Interverranno Mario Miano, assessore all’Agricoltura della Provincia di Salerno, Amilcare Troiano, presidente del Parco del Cilento e Vallo di Diano, Guido Arzano, presidente della Camera di Commercio di Salerno, Antonio Ilardi di Confindustria Salerno, Vitaliano Esposito, presidente della Corte di Cassazione, Agostino Abate, presidente del Consiglio comunale di Agropoli.
Seguirà la presentazione del libro “La IX legione” di Giorgio Cafasso e l’apertura degli eventi espositivi che accompagneranno la kermesse: sono la mostra fotografica “Paesaggi cilentani” allestita nella Chiesa San Nicola e la mostra pittorica personale di Maddalena Cilione.

Giovedì 11 agosto alle ore 19 incontro-dibattito sul tema “150° dell’unita’ d’Italia: sapori della storia” con relatore Antonio Capano. Seguirà la presentazione del libro “Il varco cilentano. La via de Cilento – La via de Corbella” di Pasquale Giuliani Mazzei. Saranno ospiti della serata Marcello Feola, assessore ai Lavori pubblici della Provincia di Salerno, e Michele Di Fiore, consigliere provinciale.

Venerdì 12 agosto alle ore 19 incontro-dibattito sul tema “Donne e territorio: risorse per il recupero di un’identità locale”. Interverranno Lucrezia Araneo, presidente Fidapa sez. Agropoli-Cilento, Clotilde Baccari Cioffi, vice presidente Distretto Sud-Ovest Fidapa, don Giuseppe Sette, parroco di Cicerale, Emanuele Malatesta, presidente della comunità montana Alento Montestella. Seguirà la presentazione del libro “Giungano e la sua storia” di Carmelo Verdevalle. Saranno ospiti della serata Mauro Inverso, vice sindaco di Agropoli e Franco Palumbo, sindaco di Giungano.