Giu le mani dal Cilento

cilento.it

Turismo, cultura e natura nel Parco del Cilento

Nella Piana del Sele la Rievocazione dell’Operazione “Avalanche”

Saranno i Comuni di Altavilla Silentina, Battipaglia, Campagna, Capaccio Paestum, Serre ed Agropoli attraverso il coordinamento del Comune di Eboli in qualità di Capofila, a proporre numerosi appuntamenti a partire dal 9 fino al 25 settembre. Tre week end dedicati al ricordo di una delle più importanti e decisive Battaglie della Campagna d’Italia, grazie al cofinanziamento della Regione Campania che ha riconosciuto la forte valenza del progetto premiato nell’ambito delle misure PO FESR sul Turismo e Beni Culturali.
Il 9 settembre del 1943, 1.000 navi con quasi 200.000 militari inglesi ed americani sbarcavano sulle coste della Piana del Sele per l’Operazione “Avalanche”, la più grande manovra militare che il Mediterraneo avrebbe mai conosciuto, ma anche la più grande operazione di sbarco sino a quel momento mai effettuata nella storia militare, superata soltanto, di lì a pochi mesi, dallo sbarco in Normandia. L’Italia, il golfo di Salerno, la piana del Sele, avrebbero vissuto giorni di sangue e di lotta, di aspri combattimenti e gesta eroiche. Giorni di guerra, giorni di liberazione, che restano scolpiti nei ricordi della popolazione e di un intero territorio. Un evento che avrebbe cambiato la storia, l’Italia, la guerra mondiale e il destino di tutto il mondo.
Un territorio intero celebra la sua memoria varando un unico ricco calendario di eventi e di commemorazioni storiche, per non dimenticare e per ricordare il sacrifico di migliaia di vittime, militari e civili.
Dal 9 al 11 settembre le celebrazioni si terranno tra Paestum, Eboli e Battipaglia con visite guidate, mostre, degustazioni e rappresentazioni teatrali. Nel fine settimana dal 16 al 18 si proseguirà con dibattiti, concerti e parate militari nei territori di Agropoli, Paestum ed Altavilla Silentina con seminari di approfondimento, l’esibizione delle fanfare, raduni di mezzi d’epoca e percorsi in mare. Si terminerà dal 23 al 25 settembre tra Campagna, Serre ed Eboli con escursioni, rappresentazioni cinematografiche, giornate di studio, visite guidate e celebrazioni.
Lo sbarco alleato non fu solo l’inizio della liberazione italiana ma anche l’occasione per l’incontro del fisiologo americano Ancel Keys, inventore della “razione K”, con la cultura alimentare del Cilento, che fornì gli spunti per una completa trattazione sulla Dieta Mediterranea. Per ricordare questo importante incontro si terrà a Paestum una cena evento dedicata ai piatti ed alle preparazioni tipiche che si consumavano negli anni ’40. Proveremo a comprendere l’impatto che i liberatori, provenienti da una economia forte ed abituati ad una dieta molto calorica, ebbero osservando l’alimentazione cilentana, ricca di legumi e verdure.
Gli eventi rappresenteranno un momento di riflessione sulla memoria storica del territorio e la sua fruibilità in chiave turistica, ponendosi come riferimento per destagionalizzare il flusso dei visitatori favorendo la scoperta delle aree rurali ed interne attraverso la narrazione ed il racconto di vicende ancora vive e capaci di suggestionare un target molto sensibile al turismo sostenibile e culturale.
Per maggiori informazioni info@salernoavalanche1943.it