Giu le mani dal Cilento

cilento.it

Turismo, cultura e natura nel Parco del Cilento

Casal Velino, domenica 50 auto storiche e sportive in gara per la solidarietà

Ci saranno una cinquantina di auto che hanno fatto la storia dei motori del Belpaese, le più desiderate, potenti e veloci, ma anche le inossidabili familiari. Cromature mozzafiato e motori rombanti, si sfideranno in un’avvincente gara di velocità, che vedrà competere, da un lato, le vetture storiche e, dall’altro, le auto sportive da competizione.
L’occasione è offerta dal “1° Torneo Beach race”, una gara di velocità in pista, in programma domenica 24 luglio 2011 sul circuito-kartodromo “Enzo e Dino Ferrari” di Casal Velino (SA).
L’evento spettacolare è organizzato dalla scuderia Autostoriche Montoro historic car club di Montoro Superiore (AV), presieduto da Luigi Mazzei e attivamente impegnato nella promozione dell’agonismo grazie alla sua squadra corse coordinata dal direttore sportivo Antonio Troiano e dal direttore tecnico Rocco De Chiara.
L’appuntamento cilentano, che coinvolgerà piloti provenienti da tutto il Centro-Sud, ha però anche una finalità benefica: parte del ricavato, infatti, sarà devoluto al sostegno delle attività istituzionali della sottosezione Unitalsi di Agropoli, associazione di volontariato che assiste gli ammalati e gli anziani.
Bmw, Porche, Lancia, Innocenti, Fiat, Renault, Autobianchi e Ferrari si sfideranno dunque in pista, in una competizione che accosterà la storia delle auto e il loro presente, la meccanica antica e quella ultra-moderna, con il divertimento assicurato per gli ammalati unitalsiani che potranno ammirare da vicino le splendide vetture da corsa. Due le manches della gara, che si snoderà sia di mattino che di pomeriggio con inizio alle ore 10,30 e suddivisione delle auto in classi di cilindrata. Alle ore 18 cerimonia di premiazione con l’intervento del sindaco di Casal Velino, Domenico Giordano.
Promuovere la motoristica d’epoca è la mission della scuderia Autostoriche Montoro historic car club, che lungi dal considerarlo un hobby fine a se stesso vuole anzi far conoscere questo “patrimonio d’altri tempi” e offrire un sorriso a chi, come anziani e disabili, forse non ha mai avuto l’occasione di ammirare da vicino auto simili, in una bella “gara per la vita”. Il club, del resto, ha già offerto il suo impegno nelle scuole di Montoro Superiore per un progetto di promozione culturale e in attività di educazione stradale rivolte ai bambini.

Per informazioni:
www.historicmontoro.it