Giu le mani dal Cilento

cilento.it

Turismo, cultura e natura nel Parco del Cilento

I progetti di ricerca scientifica: supporto alle attività di conservazione della natura. Moio della Civitella 6 e 7 maggio

L’Ente Parco, fin dalla sua istituzione, ha posto tra i suoi obiettivi prioritari la promozione e il sostegno di attività di studio e di ricerca, nella piena consapevolezza che solo attraverso l’acquisizione delle conoscenze relative ai numerosi elementi che compongono la biodiversità del Parco è possibile individuare strategie applicative più efficienti per un’armonica ed equilibrata integrazione tra conservazione e valorizzazione del patrimonio naturale. Nel 2008 il Consiglio Direttivo, al fine di razionalizzare e ottimizzare gli obiettivi delle ricerche da attuare in una realtà territoriale di notevole complessità e variabilità, ha meglio definito ed articolato le linee guida di indirizzo programmatiche. A seguito di ciò, sono stati (programmati e) selezionati, attraverso procedure di evidenza pubblica, 14 progetti di ricerca relativi alla componente naturalistica del Parco indagata a differenti scale di livello (specie, habitat, paesaggio).
Le giornate scientifiche, che si svolgeranno a Moio della Civitella dal 6 al 7 Maggio p.v., hanno lo scopo non solo di monitorare le attività finora svolte, ma soprattutto di creare una opportunità di conoscenza e scambi di sinergie tra i vari gruppi di ricerca impegnati sul territorio e tra questi e i portatori di interesse, la cittadinanza e le istituzioni locali.
L’apertura dei lavori sarà preceduta da un evento di notevole significato per l’Ente Parco. Verrà, infatti, ricordata la figura del primo Presidente del Parco, il prof. Vincenzo La Valva, scomparso la scorsa estate. E’ stato scelto il contesto delle giornate scientifiche per ricordare nel modo più giusto un Presidente Naturalista, professore ordinario di Botanica Sistematica presso l’Università Federico II di Napoli, che nel corso della sua carriera ha fornito un notevole contributo alle attività di ricerca nel campo della flora e della vegetazione dell’Italia meridionale. Maestro nella formazione e divulgazione naturalistica, Il prof. La Valva ha dedicato impegno lavorativo e passione, non solo alla ricerca scientifica, ma anche e soprattutto a numerose iniziative legate alla conservazione della natura ed alla educazione e divulgazione ambientale.

il programma