Giu le mani dal Cilento

cilento.it

Turismo, cultura e natura nel Parco del Cilento

Agropoli, approvato il bilancio di previsione. Il sindaco Alfieri: «Agropoli motore e riferimento del Cilento»

Programmi di rilancio dei luoghi di eccellenza della città, investimenti fondamentali in opere pubbliche, pianificazione urbanistica, ma anche politiche turistiche, ambientali e sociali mirate. E’ quanto previsto dal bilancio di previsione approvato nell’ultima seduta del Consiglio comunale, che si è tenuta venerdì pomeriggio 29 aprile. Un documento finanziario strategico per proseguire nell’azione di governo portata avanti negli ultimi quattro anni dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Franco Alfieri. Nel corso dell’assise comunale è stato approvato anche il conto consuntivo 2010 che si è chiuso con un avanzo di amministrazione di € 709.758, e il programma triennale ed annuale delle opere pubbliche.
«Coerentemente con il lavoro svolto fino ad oggi – afferma il sindaco di Agropoli Franco Alfieri – e con le linee programmatiche e di indirizzo, il bilancio di previsione è stato elaborato per continuare ad ottimizzare le risorse economiche e rispondere, al tempo stesso, alle esigenze di crescita socio economica della nostra comunità. L’idea alla base di tutta la nostra azione di governo è quella di Agropoli motore e riferimento del Cilento».
«E’ un documento contabile ambizioso ed equilibrato – spiega l’assessore al bilancio, Adamo Coppola – che investe in tante opere pubbliche senza toccare i tributi, subisce i tagli ma non diminuisce i servizi essenziali ai cittadini. Un grosso lavoro, inoltre, è stato effettuato in materia di recupero dell’evasione fiscale, scoprendo alcuni casi di evasione totale. Gli accertamenti hanno garantito maggiori incassi per l’ICI, così come per la Tarsu in sinergia con l’Unione dei Comuni dell’Alto Cilento. In questo secondo caso, mantenendo fede agli impegni assunti lo scorso anno, siamo riusciti a ridurre del 10% la tariffa».

SCHEDA DI APPROFONDIMENTO

OPERE PUBBLICHE
Si procederà, innanzitutto, al completamento del Cineteatro, della ristrutturazione e ampliamento della Casa Comunale, della palestra della danza sportiva a Moio. Altri interventi riguarderanno la realizzazione della Caserma della Guardia di Finanza, della palazzina servizi nell’area mercato ortofrutticolo con spostamento degli Uffici del Giudice di Pace, lo spostamento del mercato settimanale. Completati, inoltre, i lavori di ristrutturazione di Palazzo Cirota (ex Pretura), diventato Palazzo Civico delle Arti, con l’inaugurazione lo scorso 10 aprile della sezione archeologica. Proseguono i lavori per la realizzazione della stazione degli autobus, che sarà collegata direttamente con una strada al nuovo liceo scientifico, dell’Oratorio Santa Maria delle Grazie, per la delocalizzazione del depuratore. Sono in corso di ultimazione i lavori per la nuova rete di distribuzione del gas metano. Partiti quelli per la nuova rete idrica, che grazie all’offerta migliorativa della ditta appaltatrice, permetterà di riqualificare Corso Garibaldi e Piazza Vittorio Veneto con una nuova pavimentazione a costo zero. 2 milioni di euro previsti per l’urbanizzazione dell’area PIP.

URBANISTICA
L’Ufficio di Piano istituito nel 2010 sta elaborando una prima proposta per consentire l’avvio dell’iter del PUC con l’approvazione delle linee programmatiche.

TURISMO
Già istituito l’Osservatorio per il Turismo del Comune di Agropoli (OPT) che ha il compito, partendo da un monitoraggio e da una valutazione dello stato attuale, di indicare possibili prospettive di sviluppo, con interventi mirati, materiali ed immateriali. E’ stato anche sottoscritto un Protocollo di Intesa con il Comune di Capaccio Paestum per iniziative sinergiche di promozione turistica.

AMBIENTE
In collaborazione con l’Unione dei Comuni dell’Alto Cilento, di cui ne fa parte, il Comune di Agropoli ha implementato ed avviato la nuova campagna di comunicazione e sensibilizzazione “Agropoli 100%. Differenziare per differenziarsi”.

BILANCIO E TRIBUTI
In questo settore, l’Amministrazione comunale ha agito secondo due indirizzi precisi: decisiva spinta sugli investimenti e risanamento del bilancio comunale, tenendo conto anche del taglio di € 450.000 da parte del Ministero dell’Interno. Nell’ambito della politica di risanamento si è proceduto al pagamento dei debiti pregressi e alla riscossione di tributi evasi.