Giu le mani dal Cilento

cilento.it

Turismo, cultura e natura nel Parco del Cilento

Un’opera dedicata a San Costabile, domani lo scoprimento. Si rinnova l’appuntamento con gli “ambasciatori di Castellabate nel mondo”

Un’opera scultorea in bronzo che immortalerà in eterno l’immagine di San Costabile Gentilcore, patrono di Castellabate: verrà scoperta domani, mercoledì 16 febbraio, alle 16.00, nello spiazzale esterno al Castello dell’Abate. La cerimonia avverrà alla vigilia della ricorrenza di San Costabile e nell’ambito degli appuntamenti della Settimana della Cultura. L’opera, realizzata dalla Fonderia Arena, è stata collocata in un punto panoramico dal quale è possibile ammirare l’intero Golfo di Castellabate, da Punta Licosa a Punta Tresino.
Sempre domani, dopo lo scoprimento dell’opera scultorea dedicata a San Costabile, ci sarà un altro atteso appuntamento: il “Premio agli Emigranti, ambasciatori di Castellabate nel mondo”. Un momento molto sentito a Castellabate. Da vari paesi del mondo, infatti, tornano i cittadini emigrati, originari di Castellabate, per prendere parte alla cerimonia che gli viene dedicata e alla festa patronale che quest’anno si tiene il giorno successivo. Agli “ambasciatori” il sindaco Costabile Maurano consegnerà una riproduzione in miniatura del busto di San Costabile. I premiati sono: Rosa Baldi e Carlo Alberto Giannella (coniugi), Costabile Capezzuto, Gerardina Cardullo, Vincenza Cardullo, Vincenzo Cuono, Antonio Di Grado, Vincenzo Federico, Carmelo Ferrati, Eva Gatto, Giuseppina Gatto, Costabile Isabella, Ernesto la Barca, Atonia Manganiello e Gennaro Romano (coniugi), Giuseppa Manganiello, Michele Ponticorvo, Domenico Rizzo, Gerardino Severino, Anna Olga Spinelli. Sono inoltre previsti cinque premi speciali: a Tonina Amodio “per l’impegno in qualità di presidente del gruppo Commercianti Riuniti”, a Pietro Cardullo “per l’impegno nel Comitato Festeggiamenti in onore di San Costabile”, a Bartolomeo Giordano “per l’impegno nel campo della sanità e della riabilitazione attraverso la struttura Elios”, a Santino Musto “per l’impegno nella sicurezza pubblica e nel controllo del territorio”, ad Antonio Villani “per l’impegno nel campo delle lettere antiche e quale profondo conoscitore della storia locale e dei suoi personaggi importanti”.Al termine della cerimonia si terrà l’esibizione del “Concerto bandistico S.Cecilia di Castellabate”.