Giu le mani dal Cilento

cilento.it

Turismo, cultura e natura nel Parco del Cilento

Cicerale ricorda don Angelo Romanelli, sabato la premiazione per “I versi dell’anima”

Un concorso di poesia religiosa per ricordare il compianto parroco di Cicerale, don Angelo Romanelli. Sabato 5 febbraio 2011, nella ricorrenza del secondo anniversario della morte del sacerdote, un nutrito programma civile e religioso commemorerà la sua amata figura nel paese che lo avuto come pastore.
Per l’occasione si svolgerà la cerimonia di premiazione della prima edizione del concorso di poesia religiosa “I versi dell’anima”. L’iniziativa è stata voluta dall’associazione “Don A. Romanelli” in collaborazione con il mensile “Cronache cilentane” e con il patrocinio del Comune di Cicerale. In gara ci sono le liriche presentate dagli alunni della scuola primaria (classi quarta e quinta), della scuola secondaria di primo e secondo grado, ma anche da singoli partecipanti sia giovani che adulti.
La giornata sarà contrassegnata da diversi momenti di preghiera e riflessione, organizzati dall’associazione che porta il nome del compianto sacerdote insieme all’attuale parroco don Giuseppe Sette. Si inizia alle ore 16,30 con l’adorazione eucaristica e la recita del santo rosario, a cura delle suore di Cicerale e dell’Apostolato della preghiera. Alle 17,30 santa messa concelebrata da don Giuseppe Sette e don Aniello Panzariello, parroco di San Biase di Ceraso, paese nativo di don Angelo.
Alle 18,30 si terrà, invece, la premiazione dei vincitori del concorso “I versi dell’anima”, organizzato assieme al mensile “Cronache cilentane”. Gran finale con l’esibizione del coro di Cicerale, intervallata dalla lettura di poesie, testimonianze e proiezione di video.