Giu le mani dal Cilento

cilento.it

Turismo, cultura e natura nel Parco del Cilento

Salerno: presentati i risultati del progetto “Work in progress”

Nato con l’obiettivo di agevolare il progressivo avvicinamento dell’alunno con disabilità al mondo del lavoro, il progetto “Work in progress”, attraverso esperienze formative scuola-lavoro, ha promosso lo sviluppo di quelle competenze necessarie alla logica del collocamento mirato.
Il progetto, frutto di un’intesa istituzionale tra l’Ufficio Scolastico Territoriale, la Provincia, la Camera di Commercio e l’Azienda Sanitaria Locale di Salerno, ha consentito l’attivazione di tirocini di orientamento al lavoro per 23 alunni con disabilità, destinatari di borse cofinanziate dai partner istituzionali, sostenuti dalla professionalità degli operatori scolastici e della Asl e, soprattutto, dalla disponibilità di 11 aziende afferenti a settori coerenti con il percorso scolastico degli studenti partecipanti.
Il progetto ha inteso poi misurare i contenuti dell’esperienza realizzata in relazione alle attività svolte in azienda e alle competenze maturate dai tirocinanti, riferite in particolare ai comportamenti rilevati durante il lavoro, alla valutazione dei risultati nell’ottica della scuola e dell’azienda, all’auto-riflessione degli studenti, al giudizio delle famiglie.
In sintesi, gli esiti del progetto evidenziano che l’esperienza lavorativa così maturata, rafforza l’identità personale, l’autostima, il senso di utilità, l’autonomia dell’alunno con disabilità, con ripercussioni positive sul senso di responsabilità, sulle relazioni interpersonali e sociali verso un’effettiva inclusione.
La presentazione dei risultati, avvenuta nel corso di una conferenza stampa organizzata presso la sala “A.Genovesi” della sede di rappresentanza della Camera di Commercio di Salerno, ha visto la presenza dei rappresentanti istituzionali degli Enti firmatari del protocollo d’intesa, nonché dei professori Maria Luisa De Nigris, referente per l’Integrazione scolastica dell’Ufficio Scolastico Territoriale e Maurizio Ugo Parascandolo, coordinatore della Commissione di lavoro incaricata di assicurare il coordinamento generale del progetto e delle azioni previste dal protocollo d’intesa. Erano altresì presenti i componenti della Commissione di lavoro designati dai firmatari dell’intesa, le delegazioni delle Istituzioni scolastiche partecipanti (IPIA “Francesco Trani” e ITAS “S. Caterina da Siena” di Salerno, IPSAR di Nocera Inferiore, IPSAR “Ancel Keys” di Castelnuovo Cilento) e i responsabili delle aziende in cui si sono svolti i tirocini.
La disabilità rappresenta una ragione di confronto e di impegno dell’intera comunità e non può essere assunta con comportamenti di delega o di rinuncia, ma con atteggiamenti di reciproca responsabilità. Da queste premesse e motivazioni, che trovano un quadro di riferimento significativo nelle “Linee guida per l’integrazione scolastica degli alunni con disabilità” emanate dal MIUR, il Nucleo Qu.I.S.S. (Qualità dell’Integrazione Scolastica e Sociale degli alunni con disabilità) operante presso l’Ufficio Scolastico Territoriale di Salerno, d’intesa con il GLIP (Gruppo di Lavoro Interistituzionale per l’handicap), ha elaborato, anche sulla base delle indicazioni pervenute dall’Amministrazione Provinciale, dall’Azienda Sanitaria Locale e dalla Camera di Commercio, il progetto “Work in Progress”.

L’integrazione non è un fatto acquisito ma una conquista continua, un percorso che si realizza solo attraverso la collaborazione e integrazione tra diversi attori: famiglia, scuola, autonomie locali, associazionismo, privato sociale. Nell’ambito di un sistema formativo integrato, agli studenti con disabilità vanno assicurati percorsi d’istruzione e di formazione più corrispondenti alle loro caratteristiche affettive, sociali e cognitive con la collaborazione della famiglia, scuola, servizi sanitari ed enti locali.