Giu le mani dal Cilento

cilento.it

Turismo, cultura e natura nel Parco del Cilento

Alla ribalta nazionale Paestum protagonista di enogastronomia tipica e turismo

Torna a Paestum il X° INCONTRO NAZIONALE: “Sulle Rotte dell’Arte del Benessere e del Gusto Regionale” ed il X° CONFRONTO NAZIONALE: “I Giovani alla ribalta in cucina e al bar” realizzati grazie allo spirito di abnegazione di Mario Giorgio Lombardi, governatore generale dell’Accademia Italiana Gastronomia Storica. Dal 22 al 24 novembre CAPACCIO – PAESTUM – accoglierà i rappresentanti del mondo economico- turistico –informativo , Giovani Albergatori e Ristoratori e Barman Italiani ed i più qualificati Istituti Professionali Alberghieri di Stato, rinnovando la fattiva collaborazione del Comitato Giovani Albergatori – Ristoratori di Chianciano – Paestum, dell’Azienda Agricola Barlotti, dell’Accademia Italiana Gastronomia Storica e delle istituzioni economico, turistico locali, con il Patrocinio morale della Regione Campania (nell’ambito delle manifestazioni contro il sistema camorra), dell’Amministrazione del Comune Capaccio Paestum, dell’Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo di Paestum e della rivista Italia a Tavola. Hanno già confermato la partecipazione autorità, numerose testate della carta stampata nonché reti radiotelevisive nazionali e commerciali, direttamente e indirettamente interessate allo sviluppo ed alla promozione turistica della nostra nazione.
Già nello scorso mese di ottobre Lombardi organizzò con grande successo uno storico avvenimento che annualmente si tiene a Chianciano Terme: il 27° INCONTRO NAZIONALE: “Turismo-Benessere ed Enogastronomia Regionale a confronto” ed il 27° CONFRONTO NAZIONALE: ”I Giovani alla ricerca del gusto in cucina e al bar” ideato dal CENTRO STUDI CHIANCIANO-PAESTUM “G.Sanchini. L.Papo” e dall’ACCADEMIA ITALIANA GASTRONOMIA STORICA, mettendo in mostra la professionalità di pizzaioli, cuochi-ristoratori e allievi di Istituti alberghieri di Stato che nelle tre giornate toscane si sono esibiti, all’insegna della cucina mediterranea e dei prodotti agroalimentari del territorio. Come per Chianciano lo spirito che anima le iniziative di Paestum e dell’Accademia della quale Lombardi è governatore, è come lui afferma: «lo stimolo della gara, per alcune sezioni del concorso, ma quello che vale in questi incontri è l’aggiornamento professionale, lo scambio di esperienze e di conoscenze: i giovani imparano dai professionisti e i professionisti osservano con attenzione cosa sanno fare i colleghi, scambiandosi ricette e metodi di preparazione dei piatti. Poi ci sono gli sponsor, tutte aziende selezionate, che mettono in mostra i loro prodotti di ultima generazione».
Fra i venti ristoranti italiani che hanno partecipato alla manifestazione di Chianciano sono stati premiati dall’Accademia Italiana Gastronomia Storica come ristoratore dell’anno 2010: Filippo Addabbo della trattoria Lo Zampino di Gioia del colle (Ba), Walter Redaelli dell’omonimo ristorante di Bettolle (Si) e Antonella Iandolo de La Maschera di Avellino.
Anche Paestum vivrà momenti culturali con un incontro, alle ore 17,30 del giorno 23, con Diego Maggio, consigliere delegato della FederVini Sicilia e dei Consorzi di Tutela delle d.o.c. Marsala e Pantelleria, presidente de i “Paladini dei Vini di Sicilia” e reggente dell’”Antica Accademia del Marsala”, tra i fondatori dell’Unione giuristi del Vino e Console per le isole dell’Aigs che, come a Chianciano, presenterà il suo nuovo libro “Ragioni e sentimenti nella Sicilia del Vino” (Edito da Gedit di Bologna), interviene il giornalista Roberto Vitali.
Così come a Chianciano seguirà una degustazione guidata del Vino Marsala e Pantelleria, a cura del Consorzio tutela del Vino Marsala, e i vini di Pantelleria in armonia del cioccolato “Tentazioni Cioccolato in Casentino” di Graziella Meloni che ha aperto da qualche mese un laboratorio-negozio “Tentazioni – Cioccolato in Casentino”, a Poppi, in provincia di Arezzo. Anche nella cittadina salernitana Alex Revelli Sorini, Susanna Cutini e Shady Hasbun, fra i maggiori esperti di tradizioni e storia delle cucine nel mondo presenteranno come in Toscana il loro volume “Tacuinum bizantino – Viaggio gastronomico nel Mediterraneo orientale” edito da Alin&no – Perugia.
Attesissimo anche a Paestum l’incontro e le competizioni che i numerosi alunni degli Istituti alberghieri italiani, accompagnati dai loro docenti, affronteranno con piatti di cucina e cocktail. Inoltre, guidati dai docenti Gabriele Borri e Fabio Fastelli, gli allievi saranno protagonisti durante la gara sponsorizzata da Jolly Caffè di Firenze, dando dimostrazione delle nozioni imparate: produzione di crostate, torte, focacce salate, cocktail, long drink, pizze e bruschette, caffè e cappuccini.
Tornano, inoltre, a Paestum i Cooking show che mettono in evidenza aziende e prodotti di qualità sui quali gli operatori nel mondo della ristorazione possono contare per originalità e bontà. Fra questi le farine dell’azienda “5 Stagioni”, la carne dell’ Associazione Amici della Chianina, il riso di Ecorì Agricola srl di Vercelli, i salumi l’azienda “Cuore di Garfagnana”, i formaggi, dalla Campania le mozzarelle di bufala e le burrate della’azienda agricola Barlotti, dall’Emilia il Parmigiano Reggiano ed altri formaggi freschi, i vini La Versa spa, lo spumante Talento Testarossa Docg e il Moscato Volpara Doc, il vino Nobile di Montepulciano, il Primitivo di Gioia del Colle doc dell’azienda Paolo Patruno, il Merlot dell’azienda Buccelletti di Castiglion Fiorentino (Ar), il Marsala del Consorzio Tutela Vino Marsala, il Passito di Pantelleria fornito dal Consorzio e lo Spumante Brut Millesimato dell’azienda Gavioli di Chianciano Terme. A questi prodotti si aggiunge l’olio extra vergine di oliva “Le vecchie Giare” eccellenza umbra in questo campo, prodotto e confezionato dal Frantoio Brozzetti Mario di Perugia -Ripa, e sono solo alcune delle proposte fatte degustare ai convenuti a Chianciano che verranno riproposte insieme ad altre aziende in Campania.
Alle tradizionali aziende presenti si aggiungeranno con una new entry la liquirizia “Zagarese” ed il suo utilizzo nei natura drink miscelati e con l’avvicinarsi del Natale verrà proposto a tutti gli invitati alla cena di gala uno squisito panettone della stessa azienda, ovviamente con liquirizia, terminando magari accompagnandolo con una grappa Ribedo o Negredo dello stesso gusto, aggiungendo un bonbon di cioccolato tartufato, tutto della Zagarese di Castrovillari. Numerose anche le aziende vinicole che proporranno con degustazione i vini prodotti con selezionate uve come “Tenuta delle Aquile” di Sacile Pordenone che accompagnerà la cena di benvenuto a base di pesce. Le tipicità campane di pane e dolci saranno invece proposte nelle cene della manifestazione dall’azienda “Forno Antico” di Moiano BN.
Le eccellenze della ristorazione che vengono presentate nel corso di questi incontri, all’attenzione del mondo dello sviluppo del settore, finalizzate ad una migliore accoglienza del turista, non si fermano ai soli prodotti alimentari ma evidenziano il collaterale come la messa in luce di prodotti e servizi per la ristorazione di Cancelloni Food Service, di soluzioni per l’abbigliamento professionale dell’azienda “Impero”, le attrezzature per la ristorazione della Gi.Metal., la Paderno pentole, le coltellerie della Fiskars Tecna Montana ed altre ancora.
Come a Chianciano anche a Paestum nel corso della serata di gala, condotta da Alex Revelli Sorini, verrà consegnato il premio giornalistico Apicio che nella città termale è andato al giornalista romano Luigi Cremona e di seguito saranno investiti delle cariche di nuovi “Consoli” e “Ambasciatori” i personaggi che contribuiranno a diffondere i principi ai quali si ispira l’Accademia. Le iniziative dedicate dall’Aigs e Centro Studi Sanchini di Chianciano al turismo, al benessere ed alla enogastronomia regionale, volàno dello sviluppo del turismo nazionale, anche a Paestum saranno come sempre dedicate allo studio dell’ospitalità del benessere e della enogastronomia mediterranea e quest’anno all’obbligo dell’alternanza scuola lavoro e formazione professionale ed in particolare alla conoscenza e promozione dei prodotti enogastronomici caseari bufalini inseriti nelle tradizioni del territorio italiano e alla valorizzazione dei tagli di formaggi e salumi appartenenti ai prodotti tipici italiani. Le dimostrazioni e i vari dibattiti saranno al centro dell’attenzione per tutti quelli che aspirano a crescere e migliorarsi e con l’intento di rendere il prodotto turistico e della ristorazione sempre più competitivo per un consumatore sempre più esigente.
Saranno presenti alla manifestazione di Paestum – Capaccio i rappresentanti del mondo economico, turistico, informativo, Giovani Albergatori e Ristoratori e Barman Italiani, i più qualificati Istituti Professionali Alberghieri di Stato e ciò sarà garanzia della più assoluta professionalità nei momenti dedicati alla ristorazione e delle esercitazioni – confronto.

Il MEC PAESTUM HOTEL nella SALA IMPERIALE accoglierà il 22 sera i convenuti offrendo un aperitivo di benvenuto con Spumante brut La Versa e delicatezze Menù Srl. Seguirà una cena “PAESTUM I SEGRETI ENOGASTRONOMICI CILENTANI IN TAVOLA” Incontro di enogastronomia tipica a base di riso e pesce – in collaborazione dell’Ecori Agricola, della Pescheria Anna di Liberato e degli allievi IPSSAR di Grosseto e Castelnuovo Cilento, coordinati dall’executive chef Gerardo Novi. I prelibati vini dell’azienda “Tenuta delle Aquile” di Sacile PN accompagneranno la cena che terminerà con lo spumante “Tuffo” della stessa azienda in abbinamento alla pasticceria secca campana che come il pane ed altre nostre tipicità verranno offerte da da “Forno Antico” di Moiano BN.

Intensissima di eventi sarà la giornata di martedì 23 che alle ore 9.00 inizierà con la gara del Trofeo Scuola Caffé Espresso. proseguendo poi con il “CHALLENGE CUP CITTA’ DI CAPACCIO PAESTUM E SNACK E NATURAL DRINK CUP 2010 TROFEO CITTA DI CAPACCIO PAESTUM” Trofeo Paderno, Fiskars Montana, La Versa e Menù. Premi: Ingegno Italico d’eccellenza 2010 Ceramiche Artistiche Adriano di Vietri, premio Parmigiano Reggiano, premio Fiskars Montana e Accademia Italiana Gastronomia Storica.
Seguirà un Master “Selezione prelibatezze mediterranee” nel corso del quale Frediano Tinti presenterà l’uso della coltelleria “Tecna” Montana. Nel corso delle riprese Tv, condotte da Alex Revelli e Susanna Cutini di Rai Uno, verranno proposte le specialità di “Cuore della Garfagnana”, della selezione F.lli Bellandi Srl Ghivizzano (Lu) e Andrea Magi parlerà della valorizzazione di tagli di formaggi compreso quelli bufalini e di altissima qualità come quelli di “Base Alimentare srl” di Castiglion Fiorentino (AR). Filippo Addobbo presenterà il BOVINO tagliato a punta di coltello e lo ZAMPINO stagionato.
La pausa del martedì alle ore 13,30 prevede sempre al MEC HOTEL PAESTUM ”Sala Nettuno” l’aperitivo Spumante La Versa in onore degli ospiti e la Rassegna gastronomica regionale “I RISTORATORI DELL’ETRURIA CENTRALE SENESE ARETINA A CONVIVIO” a base di Ecori riso in armonia dei vini nobili di Montepulciano presentata dai Ristoratori dell’Etruria Centrale Senese e Aretina con la collaborazione degli alunni dell’IPSSAR di Grosseto e Castelnuovo Cilento, il tutto coordinato da Roberto Lodovichi, Fabio Fastelli e Mauro Giuliacci.
In pomeriggio, alle ore 15.00, è previsto il – Confronto a Squadre – “SFIZIOSITA CILENTANE SNACK ABBINATO AL NATURAL DRINK SNACK COOKING SHOW” I prodotti Agroalimentari, Caseari e Carni Bufaline Cilentane, il Riso Ecori, le specialità Menù srl ed il loro impiego nella ristorazione tipica regionale. Una “Dimostrazione a SQUADRE” presieduta da Alberto Lupini Direttore Responsabile Italia a Tavola e riservata agli allievi di cucina degli IPSAR Italiani a cura dell’Accademia Italiana Gastronomia Storica, dell’Azienda Agricola Barlotti, del Consorzio AL.BA, della Pescheria Anna di Liberato e del Mec Paestum Hotel.
Di grande attrazione sarà come di consueto il “NATURAL LONG DRINK” dove per la prima volta nel corso di queste manifestazioni sarà protagonista la liquirizia “Zagarese” e il suo utilizzo nei natural drink miscelati; sarà una dimostrazione a SQUADRE riservata agli allievi di bar degli IPSAR Italiani, curata dall’Accademia Italiana Gastronomia Storica, dall’AIBES e dalle Aziende Liquoristiche, presieduta da Alberto Lupini direttore responsabile della rivista Italia a Tavola, Enrico Clores consigliere nazionale AIBES, Fabio Fastelli e Anna Di Sandro, barlady iscritta all’Aibes (nota per aver dato lustro all’Italia vincendo trofei in Italia ed all’estero Iba attraverso partecipazioni a competizioni di settore) coordinata da Gabriele Borri, Roberto Lodovichi, Gerardo Novi, Mauro Giuliacci e condotta da Alex Revelli e Susanna Cutini di Rai Uno. Dopo la presentazione dei libri anzidetta, si giunge così al termine di questa giornata che prevede alle ore 19,30 presso l’HOTEL RISTORANTE SCHUMANN di PAESTUM, “SALA MARE” l’aperitivo con le Delizie Casearie e Bufaline arricchite da delicatezze del Cuore di Garfagnana, scagliette di parmigiano Reggiano e golosità Menù e tante bollicine. A seguire nella “SALA DELLE FESTE “ l’Accademia Italiana Gastronomia Storica presenta ”A tavola con la cucina d’autore cilentane e pugliese” Rassegna enogastronomica. La cena sarà accompagnata anche da tarallini e freselline tipiche campane ed il pane fresco che, come per la cena del giorno prima, sono prodotti da “Forno Antico” di Moiano BN. A termine cena la liquirizia “Zagarese”, proporrà le sue varie chicche dolciarie, gastronomiche e liquoristiche.
Intervengono Massimo Ianniciello, Vice presidente della Commissione Turismo Regione Campania, il Presidente dell’Associazione della Stampa Campana Vincenzo Colimoro, il sindaco del Comune di Capaccio Paestum, Pasquale Marino, Marisa Prearo per l’Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo di Paestum, Alberto Lupini, direttore responsabile di Italia a Tavola, Nando Barlotti presidente del Centro Studi Chianciano Paestum e Azienda Casearia Barlotti, Mauro Giuliacci direttore generale del Centro Studi Chianciano Paestum “G.Sanchini”, Franco Coppola, presidente dell’associazione CAPPA ed i fiduciari per la Campania delle Associazioni Aibes per i barmen e Amira per i maîtres rispettivamente Francesco Reder e Giuseppe Di Napoli.
Nel corso della cena di gala un COOKING SHOW “ Unità d’Italia”, presieduto da Lupini, coordinato da Mauro Giuliacci e Roberto Lodovichi e condotto da Alex Revelli Sorini e Susanna Cutini di Rai Uno porterà ad un confronto con la partecipazione di giornalisti, Ambasciatori Accademia Italiana Gastronomia Storica, Ecori Agricola sul tema “Gli ambasciatori AIGS Il riso, la pasta, il pesce, i prodotti caseari e carni bufaline per l’unità d’Italia”. Sara Rapini “L’Impero abbigliamento professionale Arte e Mestieri” presenterà la sua collezione 2010/2011.
Prima del termine della serata Gaetano Califano Gran Cancelliere dell’Antica Confraternita del Sapere e dei Sapori consegnerà le onorificenze di investiture dei nuovi Ambasciatori AIGS .Paladini e Cavalieri Ufficiali dell’Arte del Gusto- Trofei Paderno, Premio Giornalistico TV Apicio – AIGS 2010 (organo Informazione TV), Premio Giornalistico Apicio – AIGS 2010 (giornalista).

La tre giorni di Paestum chiuderà i battenti mercoledì 24 novembre con una visita didattica guidata dell’Azienda Agricola Casearia Barlotti “La Bufalara”, una visita guidata alla città archeologica ed allo storico museo accompagnata da un brindisi sotto i Templi.
Terminando con l’ultimo momento di confronto gastronomico presso l’AZIENDA AGRICOLA BARLOTTI TORRE A MARE tra pizze e bruschette in “DILETTANTI ALLO SBARAGLIO IN PIZZERIA CASEARIA” fra giornalisti, allievi IPSAR, appassionati e amatori, in collaborazione con la stessa azienda ospitante le gare, il Gruppo Arte Bianca Gastronomica AIGS, il consorzio AL.BA, il Centro Studi Chianciano Paestum “G Sanchini..L.Papo”, il Comitato Produttori Caseari e Carni Bufaline Cilentane, l’associazione Kappa, la Menù, la Paderno e Fiskars Montana. Una degustazione finale di prodotti Menù e caseari Barlotti seguiranno le premiazioni dei vincitori di quest’ultimo evento con l’assegnazione del Trofeo “ Accademy Pizza Show CITTA’ DI CAPACCIO PAESTUM AZIENDA DI SOGGIORNO DI CAPACCIO -PAESTUM”.