Giu le mani dal Cilento

cilento.it

Turismo, cultura e natura nel Parco del Cilento

Fissato per giovedì 16 settembre l’appuntamento con il Premio Ortega. A ritirarlo quest’anno sarà l’editore Giuseppe Galzerano

Si terrà giovedì 16 settembre, alle ore 19.00, la quinta edizione del Premio Ortega. Inizialmente previsto per il 9 settembre all’interno della rassegna culturale “Equinozio d’Autunno”, quest’anno svoltosi dal 5 all’11 settembre, il Premio è stato poi posticipato di una settimana alla luce di quanto accaduto ad Acciaroli e per la iniziale concomitanza con i funerali del Sindaco Vassallo. A quest’ultimo sarà dedicato un momento di riflessione e commemorazione, ricordando quanto il suo amore per la natura ed il proprio territorio lo avvicini al pittore spagnolo.
Il Premio Ortega si terrà nella piazzetta adiacente alla sua abitazione a Bosco, dove l’artista ha deciso di trascorrere gli ultimi 20 anni della propria vita. Ad impreziosire la tavola rotonda saranno illustri ospiti che hanno conosciuto il pintor in vita – che hanno lavorato con lui, scritto di lui, condiviso con lui un’amicizia o la passione della pittura. Ospiti che si avvicenderanno in relazioni e testimonianze che meglio faranno comprendere alla platea la profonda complessità di Josè Ortega: Erminia Pellecchia, giornalista de “Il Mattino”; Elsa Betti, storica dell’arte di Chieti ed assistente del gallerista di Ortega; Nicola Cobucci, amico boschese dell’artista, affidatario della sua dimora e della sua collezione pittorica ai piedi del Monte Bulgheria; Luciana Gravina, scrittrice-poetessa-giornalista. Anche Matera – alla cui città l’artista era molto legato – ha aderito all’invito, partecipando attraverso la presenza e la relazione di Franco Palumbo – Presidente dall’Istituto Culturale “La Scaletta” nel periodo in cui Ortega lo frequentava, disponendo al suo interno di un proprio laboratorio – e di Giuseppe Mitarotonda, ceramista, che con l’artista spagnolo ha collaborato durante il suo soggiorno nella città dei Sassi . A legare armonicamente gli interventi – coordinati dalla giornalista Maria Giovanna Bruno – saranno degli intermezzi musicali per violino e pianoforte e le letture di alcune poesie scritte dal pittore ed a cui darà voce l’attore Sergio Cetrangolo.
La serata si concluderà con l’assegnazione del V° Premio Ortega. A ritirarlo quest’anno sarà l’editore Giuseppe Galzerano: un riconoscimento per il costante lavoro svolto a sostegno di una maggiore conoscenza del Cilento – della sua storia e della sua cultura – e per aver contribuito a definirne e promuoverne un’identità territoriale probabilmente ancora poco nota ai più.