Giu le mani dal Cilento

cilento.it

Turismo, cultura e natura nel Parco del Cilento

Equinozio d’Autunno 2010. Fissato per giovedì 9 l’appuntamento con il Premio Ortega

Ha preso il via ieri, 5 settembre, a Scario la V^ edizione della rassegna culturale “Equinozio d’Autunno” che – attraverso percorsi di musica, arte e cultura – animerà il territorio comunale fino al prossimo 11 settembre.
Giovedì 9 settembre la kermesse stanzierà a Bosco, dedicandosi al consueto appuntamento celebrativo dedicato al pittore spagnolo Josè Ortega, che nella piccola frazione ha deciso di trascorrere gli ultimi 20 anni della propria vita. Ad impreziosire la tavola rotonda, fissata per le ore 18.30 nella piazzetta Ortega, saranno illustri ospiti che hanno conosciuto l’artista in vita – che hanno lavorato con lui, scritto di lui, condiviso con lui un’amicizia o la passione della pittura. Ospiti che si avvicenderanno in relazioni e testimonianze che meglio faranno comprendere alla platea la profonda complessità di Josè Ortega: Erminia Pellecchia, giornalista de “Il Mattino”; Nicola Cobucci, amico boschese dell’artista, affidatario della sua dimora e della sua collezione pittorica ai piedi del Monte Bulgheria; Luciana Gravina, scrittrice-poetessa-giornalista che, impossibilitata ad essere presente, ricorderà il pintor attraverso una propria testimonianza scritta. Anche Matera – alla cui città l’artista era molto legato – ha aderito all’invito, partecipando attraverso la presenza e la relazione di Franco Palumbo – Presidente dall’Istituto Culturale “La Scaletta” nel periodo in cui Ortega lo frequentava, disponendo al suo interno di un proprio laboratorio – e di Giuseppe Mitarotonda, ceramista, che con l’artista spagnolo ha collaborato durante il suo soggiorno nella città dei Sassi . A chiudere i lavori – coordinati dalla giornalista Maria Giovanna Bruno – sarà l’attore Sergio Cetrangolo che darà voce ad alcune poesie scritte dal pittore.
La serata si concluderà con l’assegnazione del V° Premio Ortega. A ritirarlo quest’anno sarà l’editore Giuseppe Galzerano: un riconoscimento per il costante lavoro svolto a sostegno di una maggiore conoscenza del Cilento – della sua storia e della sua cultura – e per aver contribuito a definirne e promuoverne un’identità territoriale probabilmente ancora poco nota ai più.

raggiungi Bosco con Google Maps