Giu le mani dal Cilento

cilento.it

Turismo, cultura e natura nel Parco del Cilento

Ciccimmaretati a Stio, la sagra dei piatti poveri del Cilento

Ciccimmaretati, la zuppa di legumi nata in tempi in cui i contadini, cui spettavano scarse quote del prodotto agricolo soprattutto in tempi di magra, “sposavano nel tiano” le rimanenze di tutti i legumi rimasti in casa, è il piatto principe di una delle migliori occasioni per assaggiare la vera cucina tipica del Cilento. Le ricette, proposte in uno splendido bosco di castagni secolari, sono il frutto di una ricerca che dura da oltre quindici anni, cucinate con fedeltà ogni anno a chi ha la sorte di raggiungere il Piano del Rosario a Stio Cilento, caratteristico paese del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano.
Dal 17 al 23 agosto sarà possibile assaggiare il gustoso e delicato “Grano a lu furno” o le “foglie e patane“ splendido binomio di ortaggi (foglie di bieta e patate) che provengono dalla terra di Stio.
Come ogni anno gli organizzatori desiderano aggiungere alla tradizione delle novità che interessino lo sviluppo locale ed il sociale. Quest’anno l’associazione il Punto ha voluto “sfidare” anche le difficoltà dell’attraente ma difficile territorio rendendo l’accesso senza barriere anche ai diversamente abili. Inoltre è possibile raggiungere il centro del paese con un suggestivo percorso a piedi illuminato per potere fare delle visite guidate al centro storico curate dai ragazzi della scuola media di Stio. Sarà possibile inoltre visitare l’esposizione di prodotti tipici dell’artigianato e della cucina. Spazio anche all’animazione curata per i bambini ed a tanta musica folk per divertirsi e ballare dopo aver assaggiato i cavatielli e gli ottimi dolci della genuina terra cilentana.