Giu le mani dal Cilento

cilento.it

Turismo, cultura e natura nel Parco del Cilento

“Libri meridionali, taglio del nastro per la mostra di Morgese con Liliana De Curtis

Sarà Liliana De Curtis la madrina d’eccezione che domani (17 luglio) nell’ottocentesca Villa Matarazzo a Santa Maria di Castellabate terrà a battesimo la mostra pittorica di Antonio Morgese “Castellabate è il neoverismo sociale”. A introdurre l’evento sarà il giornalista e scrittore Pietro Gargano. Interverranno il sindaco Costabile Maurano e l’assessore alla cultura Paola Piccirillo.
La mostra rientra nella manifestazione “Libri meridionali. Vetrina dell’editoria del Sud”, alla ventesima edizione. Si tratta della più importante e significativa rassegna del libro cilentano e meridionale, che dal 13 luglio al 25 agosto si svolge tra S. Maria di Castellabate e la cornice medievale del castello dell’abate a Castellabate, con la presenza di 70 case editrici del Mezzogiorno.
La kermesse, ideata e diretta dal prof. Gennaro Malzone, si svolge con il sostegno organizzativo del Centro di promozione culturale per il Cilento, diretto dal prof. Amedeo La Greca, e con il patrocinio del Comune di Castellabate, del Parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano e della Provincia di Salerno. Quest’anno, in occasione della celebrazione del ventennale, il Comune ha voluto sottolineare il prestigioso giro di boa con l’iniziativa “Castellabate cittadella del libro”.
La mostra che si inaugura domani (17 luglio) è del noto pittore e scultore napoletano Antonio Morgese, caposcuola della corrente artistica “Il neoverismo sociale”. Nella Villa Matarazzo di Santa Maria esporrà circa trenta opere (olio su tela) e diversi disegni e grafiche.
Al centro dell’arte di Morgese ci sono i mali della nostra società, in particolare la droga, la violenza, l’ecologia, il terrorismo, le calamità naturali, come il bradisismo di Pozzuoli, il terremoto irpino, l’attacco alle torri gemelle, lo tsunami. Quest’ultima opera è stata eseguita proprio in ricordo della tragedia dello Srilanka.
I visitatori potranno ammirare, però, anche alcuni dipinti dedicati al grande Totò, che Morgese ha conosciuto da bambino e nella maturità di artista ha poi omaggiato con ben 34 opere. Altri quadri esposti sono dedicati, invece, allo splendido territorio del Comune di Castellabate.
La mostra resterà aperta tutti i giorni dalle 19 alle 23 fino al 25 agosto.
Morgese ha alle spalle un curriculum di ben 35 anni d’arte con mostre eseguite in diverse città italiane e straniere. Le sue opere sono esposte in musei, pinacoteche e chiese.
La sua vita artistica si svolge tra Napoli, Agropoli, Torchiara, dove abita ora e ha istituito corsi di disegno e pittura per ragazzi e adulti. Ultimamente il maestro ha ottenuto due importanti premi per la sua intensa attività artistica: uno è il premio “Ambiente”, conferito anche al famoso scienziato Giulio Tarro, l’altro è “Le eccellenze di Napoli” e gli stato assegnato assieme a Walter Mazzarri, allenatore del Napoli, Gigi Finizio e Pecoraro Scanio.

Programma “Libri meridionali”

Il 18 luglio presentazione del libro “Quella amara Unità d’ Italia” di Dora Liguori, edizioni Sibylla. Saluti del sindaco Costabile Maurano, modera M. Siano, letture di Arabella Siano, intervento di Gaetano Fasolino. Sarà presente l’autrice.
Il 19 luglio letture e recitazioni di poesie “Ali per volare” di Lucio Freni, poeta di facebook. Presenti Alessandro Meluzzi e Mauro Bonanno.
Il 20 luglio il Concerto bandistico “S. Cecilia” di Castellabate in “Canzoni senza tempo”. Esecuzioni di brani di musica popolari.
Il 21 luglio presentazione del libro “La tesi di laurea” di Pietro Speranza, presenta Antonio La Gloria.
Il 22 luglio letture di poesie in vernacolo tratte dal testo “Ce vedarimme” di Antonio Simonelli.
Il 23 luglio presentazione di “Lettere dalla soffitta. Massimo Pirfo, emigrante pisciottano”. Edizioni Giannini. Presentano Giovanni Vitolo, Domenico Chieffallo, meridionalista; Luisa Cusati, docente di Letteratura portoghese.
Il 24 luglio presentazione della nuova guida “Spiagge cale e borghi della costa del Cilento”. Edizioni Officine Zephiro. Presentano Antonella Petitti, Giuseppe Liuccio, Fernando La Greca.
Il 25 luglio presentazione di “Guardami. La vera, toccante storia di Claudia Marchi”, presenta Dionisio Malandrino, presidente Associazione nazionale Presidi Italiani; interventi di Paolo Serra e Giuseppina Giudice. Intrattenimento musicale del duo Emilio e Stefano Guida, chitarra e mandolino.
Tutte le presentazioni e gli incontri avverranno alle ore 21.30 sul terrazzo della Villa Matarazzo.

La rassegna, nata nell’estate del 1990 come promozione della editoria cilentana, nel corso degli anni ha ampliato i suoi interessi, divenendo una prestigiosa vetrina della piccola e media editoria meridionale e ritagliandosi un proprio spazio nel variegato mondo delle manifestazioni estive della regione Campania.
Gli ampi saloni della Villa Matarazzo e le medioevali sale del castello dell’Abate ospiteranno, quest’anno, più di 70 case editrici del Sud. Per oltre un mese la storica dimora gentilizia e la residenza degli abati e dei feudatari diverranno un grande attrattore culturale, luoghi di incontro e di confronto, in cui, intorno al libro, strumento di conoscenza e di crescita, si articolerà una serie di interessanti appuntamenti culturali e di manifestazioni collaterali: serate enogastronomiche, mostre di pittura, rappresentazioni teatrali, proiezioni di filmati e di prodotti mediatica e serate musicali. Le sale della rassegna diverranno una biblioteca del “genius loci” , ove sarà possibile reperire le ultime novità editoriali di autori noti e meno noti, di docenti universitari, giornalisti, di giovani scrittori emergenti e di semplici studiosi di storia locale. Un mese, insomma, tutto da gustare e da vivere all’insegna della libera circolazione della cultura.