Giu le mani dal Cilento

cilento.it

Turismo, cultura e natura nel Parco del Cilento

A Punta Licosa una stazione zoologica per lo studio e il monitoraggio dei cinghiali

La struttura dell’ex scuola elementare ubicata a Punta Licosa, nel Comune di Castellabate, diventa una stazione zoologica per lo studio e il monitoraggio dei cinghiali. A questo scopo nei giorni scorsi è stato firmato un apposito protocollo d’intesa tra il sindaco di Castellabate, Costabile Maurano, e il prof. Domenico Fulgione dell’Università di Napoli Federico II, che è anche il responsabile scientifico del piano di azione per la gestione del cinghiale nel Parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano.
Lo strumento operativo, che attualmente è al vaglio del Ministero dell’Ambiente, punta a individuare e sperimentare le modalità di risoluzione per l’emergenza legata all’eccessiva presenza di questo animale sul territorio, con conseguenti problemi sociali e ambientali per le popolazioni locali.
Il sindaco di Castellabate, Costabile Maurano, attualmente custode giudiziario della struttura di Punta Licosa, su autorizzazione del Tribunale, ha infatti concesso l’utilizzo del piccolo immobile agli zoologi dell’Università Federico II.
«Trasformeremo l’edificio in una stazione zoologica e in un punto nevralgico per lo studio dei cinghiali proprio in una località dove l’emergenza è sentita maggiormente – spiega il prof. Domenico Fulgione – Arriveranno qui studenti, dottorandi e ricercatori per studiare e risolvere il problema, ma è anche qui che partiranno le prime operazioni di contenimento della popolazione. Abbiamo già individuato i siti dove è più opportuno posizionare le gabbie di cattura».
«Il sito di Punta Licosa è una straordinaria oasi naturale la cui biodiversità deve essere preservata – spiega il sindaco Costabile Maurano – Per questo le istituzioni preposte devono cercare di limitare lo scompenso ecologico creato dall’attuale sovrappopolazione di cinghiale. L’obiettivo deve essere consentire lo svolgimento di coltivazioni tipiche locali, assieme alla fruizione turistica del sito».
Pure il presidente del Parco nazionale, Amilcare Troiano, esprime il suo appoggio all’iniziativa e annuncia che sarà presente con il suo staff alla prossima inaugurazione della stazione.