Giu le mani dal Cilento

cilento.it

Turismo, cultura e natura nel Parco del Cilento

Pianificazione territoriale: protocollo Provincia-Ance

Un protocollo d’intesa sarà sottoscritto dalla Provincia di Salerno e dall’ANCE Salerno per aiutare i comuni nella redazione dei piani urbanistici. La proposta è stata annunziata a conclusione del convegno svoltosi a Palazzo S. Agostino sui rapporti tra pianificazione d’area vasta e pianificazione comunale. Il progetto di collaborazione si articolerà in corsi e in laboratori di formazione per tecnici ed amministratori.
Nel convegno sono stati affrontati temi relativi alla pianificazione comunale in forma associata ed il ruolo della Provincia di Salerno. Nello specifico sono state illustrate la esperienza dell’Unione dei Comuni del Copparese, le azioni messe in campo dalla Provincia di Salerno con il PTCP e la relativa normativa, ma anche i programmi formativi avviati tre anni fa dall’ANCE con il LAMAV e finalizzati a formare professionalità in grado di sviluppare, coordinare e gestire una pianificazione urbanista sovraordinata rispetto ai singoli comuni.
Ne è scaturita una convergenza di opinioni sulla necessità di sperimentare nuove forme di collaborazione tra tutti gli attori pubblici e privati. “Fare i piani in associazione non è più un’opportunità, ma una necessità” – ha detto l’Assessore all’Urbanistica, Marcello Feola. “Si tratta – ha aggiunto – di dare vita ad una rete stabile di attori pubblici e privati per pianificare le attività di marketing territoriale. Nell’accordo che ci accingiamo a fare per assistere i comuni, abbiamo anche l’intenzione di strutturare un apposito portale”. Sull’esperienza del Laboratorio di Management d’Area Vasta, sono intervenuti il Professore Pasquale Persico e l’Architetto Iole Giarletta, rispettivamente, Presidente e Direttore del LAMAV. Per l’Unione dei Comuni del Copparese hanno tenuto relazioni sulle attività di piano poste in essere in forma associata l’Ingegnere Stefano Farina e l’Architetto Antonella Montagna. L’Assessore Marcello Feola nella sua relazione ha sostenuto la necessità di migliorare l’efficacia della strumentazione urbanistica, evidenziando potenzialità e limiti della l.r.c. n.16/04.
“La normativa in materia – ha concluso il presidente dell’ANCE Salerno, Antonio Lombardi – resta estremamente frammentaria e le norme attuative vengono emanate con ritardi intollerabili. Permane inoltre una frammentazione eccessiva di competenza tra enti, organismi e autorità che troppo spesso rappresentano mero sottobosco politico, e non hanno alcuna utilità pratica. Occorre quindi avviare un radicale processo di semplificazione e di sburocratizzazione. L’ANCE con il supporto e la collaborazione della Provincia è pronta ad affiancare i piccoli comuni per la predisposizione di strumenti urbanistici sovraordinati che, guardando ai comprensori nel loro complesso, promuovano ed aiutino lo sviluppo del territorio».