Giu le mani dal Cilento

cilento.it

Turismo, cultura e natura nel Parco del Cilento

La Campionaria sconfigge la crisi con 35mila presenze e fa il pienone per “Sport time”

E dal 15 al 17 ottobre il Salone industria casearia con il villaggio delle delizie e gli chef Michelin.
Il ponte del 1° e 2 maggio conferma un’affluenza da record alla Fiera Campionaria “Città di Vallo”, che si chiude con circa 35mila presenze all’interno dei padiglioni espositivi di Vallo della Lucania nei suoi 9 giorni di apertura, dal 24 aprile al 2 maggio. È l’ottimo bilancio della tredicesima edizione della Fiera, che si è svolta in contemporanea con il Salone dell’edilizia e il Salone delle tecnologie e dei prodotti agroalimentari.
La collaudata formula, che accosta due padiglioni tecnici a una fiera più commerciale, è riuscita infatti ad accontentare tutti i gusti e l’evento ha retto bene pure alla crisi economica, facendo respirare una boccata di ossigeno a tante attività che vi hanno trovato un’occasione di promozione e valorizzazione dei propri prodotti su un mercato più ampio.
L’opportunità di svago e di shopping è stata colta, in effetti, da tantissime famiglie cilentane e salernitane, ma anche da numerosi visitatori di provenienza campana ed extraregionale, che hanno scelto il Cilento per i due ponti festivi.

«Il prossimo appuntamento in programma alle Fiere di Vallo sarà il Salone dell’industria casearia, che si svolgerà dal 15 al 17 ottobre – annuncia il responsabile marketing Angelo Coda – Quest’anno il Salone rappresenterà un punto di riferimento nazionale del comparto della trasformazione lattiero-casearia, con la presenza dell’Associazione italiana allevatori che realizzerà un vero e proprio villaggio all’interno della fiera. In questo spazio dedicato si potranno degustare i prodotti caseari tipici delle varie regioni d’Italia e saranno presentati i migliori capi da latte. Sarà inoltre allestita una cucina dove alcuni tra i migliori chef premiati dalle stelle Michelin saliranno in cattedra per dare preziose lezioni di cucina per l’esaltazione delle peculiarità enogastronomiche del comparto lattiero-caseraio».
Gli accessi sono schizzati in alto in particolare nei due weekend del 25 aprile e del 1° maggio, con un picco di oltre 10mila persone nella sola giornata del 1° maggio, grazie al grande richiamo del decennale di “Sport time. Aerobic e fitness exibithion”, che ha visto sul palco l’esibizione congiunta di 500 atleti aderenti a centri sportivi, palestre, scuole di ballo e associazioni di danza provenienti da tutta la provincia, da Salerno a Sapri, con programmi di danze standard, latino-americano, tango, hip hop, danza classica, fitness, aerobica, step e bosu, karate kick boxing e difesa personale. La serata è stata presentata dalla bravissima Giovanna Germanò, impegnata in questi giorni anche come cantante nel corso della gara che vede Ascea protagonista della trasmissione “Mezzogiorno in famiglia” di Raidue da numerose settimane.
Sul palco i gruppi sportivi, le scuole di danza e le palestre Dance Art Dance di Maria Valeria Moldovan (Salerno), Fight club (Vallo della Lucania), Asd Atene (Mercato Cilento), Asd Gym Club (Vibonati), Iron Man club (Futani), Tutto danza (Sapri), Gymnica 2000 (Sapri), Leo Dancing club (Ascea), Serenity Dance (Vallo della Lucania), Power your body club (Vallo della Lucania), Florida center (Vallo della Lucania), Shotokan club (Vallo della Lucania), Starlight body (Vallo della Lucania).