Il diritto umano ad accedere all’alimentazione e al cibo sano, sancito nel 2000 dal vertice del Millennio delle Nazioni Unite, passa attraverso una nutrizione appropriata per godere di buona salute.

Nei giorni 4, 5 e 6 novembre si terrà a Omignano Scalo, nella contrada denominata “Isca della Noce”, una manifestazione dedicata proprio alle noci: Nocisca.

Dall’America al Cilento per scoprire il segreto per vivere cent’anni in buona salute. L’Università di San Diego ha avviato una ricerca per individuare le variabili che permettono all’uomo di invecchiare bene.

Continua nella patria di Ancel Keys il festival dedicato alla Dieta Mediterranea. Mercoledì sera nel Giardino di Palazzo Vinciprova appuntamento da non perdere con libri, showcooking e una degustazione di spumanti del Cilento.

Entra nel vivo il Festival della Dieta Mediterranea di Pioppi, inaugurato lo scorso 22 luglio nel piccolo borgo affacciato sul mare di Pollica, culla dello stile di vita oggi Patrimonio immateriale culturale dell’Umanità Unesco e perla del Cilento.

Più di quaranta giorni per raccontare la Dieta Mediterranea da un luogo privilegiato, ovvero la sua patria, Pioppi, nel Cilento. È l’obiettivo del Festival della Dieta Mediterranea, che si svolgerà dal 22 luglio al 4 settembre 2016, con un fitto calendario di eventi. La manifestazione, organizzata da Legambiente e dal Comune di Pollica con il patrocinio del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano e il supporto di Alma Seges, avrà la propria base logistica a Pioppi, presso il Museo Vivente della Dieta Mediterranea, ma si svolgerà su tutto il territorio comunale.

“La Dieta Mediterranea è un patrimonio di tutti, un patrimonio che va valorizzato costantemente, ricordando che non è solo lo stile di vita più salutare al mondo, ma che rappresenta anche l’identità del nostro Territorio”. Così presenta il progetto, “Il Parco della Dieta Mediterranea”, il presidente Tommaso Pellegrino. Quattro eventi scandiranno – infatti – il tempo del Parco Nazionale del Cilento, del Vallo di Diano e degli Alburni.

“La Dieta Mediterranea è un patrimonio di tutti, un patrimonio che va valorizzato costantemente, ricordando che non è solo lo stile di vita più salutare al mondo, ma che rappresenta anche l’identità del nostro Territorio”. Così presenta il progetto, “Il Parco della Dieta Mediterranea”, il presidente del PNCVDA Tommaso Pellegrino.

(ANSAmed) Oltre duecento delegati provenienti da tutto il mondo hanno preso parte ieri a Parigi alla “Giornata internazionale della Dieta Mediterranea e dei Beni Campani Patrimonio Unesco”.

La Regione Campania nel quadro della Assemblea Generale degli Stati aderenti alla Convenzione per la salvaguardia del Patrimonio culturale immateriale, ha organizzato, martedì 31 maggio 2016 presso la sede Unesco di Parigi, la “Giornata internazionale della Dieta Mediterranea e dei Beni Campani Patrimonio Unesco”.

Una due giorni dedicata alla Dieta Mediterranea inserita nella Lista del patrimonio culturale immateriale dell’Umanità.