La Bcc Aquara si conferma sempre più banca del territorio al fianco delle comunità salernitane. Imprenditori e Sindaco promuovono l’iniziativa: “Servirà a favorire lo sviluppo dell’intera area”.

Il Consiglio di Amministrazione della Cassa Rurale ed Artigiana Banca di Credito Cooperativo di Battipaglia e Montecorvino Rovella, 5.300 soci, 30.000 clienti, quasi 100 milioni di Patrimonio, 19 sportelli e 120 dipendenti, su un territorio che va da Salerno agli Alburni, abbracciando i Picentini, ha deliberato l’adesione al Gruppo Bancario Cooperativo proposto da Iccrea Banca.

Bcc di Aquara e Banca Monte Pruno, tra le banche di credito cooperativo più virtuose della Campania, nel corso del consiglio di amministrazione di Federcampana Bcc svoltosi lo scorso 1 luglio hanno votato no alla costituzione di una capogruppo unica, mentre Bcc di Buonabitacolo si è astenuta e altre Banche di credito cooperativo erano assenti.

Ha avuto luogo questo pomeriggio a Vietri Sul Mare (Lloyd’s Baia Hotel) (SA), l’Assemblea Ordinaria dei Soci della Federazione Campana delle Bcc.

Si chiamano “Officine Soci” e saranno il punto d’incontro territoriale per i Soci della Cassa Rurale di Battipaglia. Per ora sei appuntamenti: il primo lunedì sera a Giffoni Valle Piana, per i soci che risiedono nel territorio dei Picentini, presso la sede del Gal “Colline Salernitane”. Il giorno dopo sarà la volta degli Alburni con l’Officina convocata a Serre. La settimana successiva sarà la volta delle altre aree territoriali.

Assemblea Federcampana BCC

Postato da il 7 luglio 2016 in economia

Avrà luogo domani – venerdì 8 luglio – alle ore 17.00 a Vietri Sul Mare (Lloyd’s Baia Hotel) (SA), l’Assemblea Ordinaria dei Soci della Federazione Campana delle Bcc.

Dodicimila conti correnti e trenta milioni di patrimonio: numeri che rappresentano la solidità della Banca di Aquara.

È giunto oggi, venerdì 15 aprile 2016, dall’Organo di Vigilanza, a firma del Direttorio, il provvedimento autorizzativo alla fusione tra la Banca del Cilento e Lucania Sud e la Bcc di Sassano.

Parte da Salerno la richiesta al Governo di emendamenti alla riforma delle Banche di credito cooperativo.

Martedì 23 febbraio 2016, alle ore 15,30, presso l’Hotel Mec di Paestum, i Vertici della BCC dei Comuni Cilentani, con spirito di condivisione, presenteranno all’intera struttura aziendale il Piano Strategico 2016/2018.

Riconoscimento dell’impianto generale della auto-riforma. Il decreto legge con il quale il Consiglio dei Ministri ha avviato, nella tarda serata del 10 febbraio, il percorso di riforma del Credito Cooperativo, in via generale ha accolto l’impianto della proposta di autoriforma presentata alle Autorità, sin dalla scorsa estate, dal Credito Cooperativo italiano.

Ieri sera, presso la filiale di Salerno della Bcc di Aquara,il vicepresidente dell’Abi – Associazione Bancaria Italiana – Beppe Ghisolfi, ha incontrato il direttore Generale Antonio Marino, il Presidente Luigi Scorziello ed una folta delegazione di amministratori e dipendenti della BCC.

Un tavolo di confronto banche-imprese per affrontare le problematiche del credito e dell’anatocismo in particolare, che soprattutto nel Mezzogiorno sta strozzando migliaia di imprese rendendo ancor più gravoso l’accesso al credito.

La Bcc Aquara, in una lettera a firma del presidente Luigi Scorziello inviata ai presidenti ed ai direttori di tutte le Bcc della Campania, chiede la riduzione dei costi a carico di ciascuna Banca di Credito Cooperativo da versare a Federcasse Campania oltre all’eliminazione dei compensi a favore degli amministratori della stessa Federazione Campana delle Banche di Credito Cooperativo.