Illustrati questa mattina dal Direttore della Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico Ugo Picarelli – in occasione della conferenza stampa di bilancio consuntivo presso la Provincia di Salerno – i dati della XVIII edizione, alla presenza di Giuseppe Canfora Presidente della Provincia di Salerno e Italo Voza Sindaco di Capaccio Paestum.

Per venticinque secoli i suoi gradoni e le sue ciclopiche colonne hanno visto qualunque cosa. E tuttavia domenica 1 novembre 2015 il Tempio di Cerere a Paestum ha vissuto una mattinata che ha lasciato il segno.

Ultima giornata della XVIII Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico di Paestum. Edizione che quest’anno ha visto consolidarsi i grandi risultati raggiunti in termini numerici lo scorso anno e certificato lo spessore internazionale della BMTA.

Fotografi, giornalisti, scrittori, viaggiatori e divulgatori. È la serata degli incontri con i grandi personaggi che comunicano l’archeologia, attirando pubblico, lettori e ammiratori.

E’ il giorno dell’innovazione, della tecnologia applicata alla ricerca del passato, uno degli aspetti più affascinanti della Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico di Paestum. Focus su ArcheoVirtual, la mostra di Archeologia Virtuale, fiore all’occhiello della Borsa dal 2006.

Non più solo Pompei e Reggia di Caserta, ma tutte le destinazioni della Campania, in un unico itinerario, per un unico obiettivo di sviluppo e di crescita.

Un patrimonio culturale, quello dell’Italia, di elevata qualità, le cui potenzialità sono “ampiamente inespresse”.

Inaugurata questa mattina, nell’area archeologica di Paestum, la XVIII edizione della Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico. Primo visitatore del Salone Espositivo allestito nelle cupole geodetiche tra i templi, il Governatore della Campania Vincenzo De Luca che, accompagnato dal direttore e ideatore della Borsa Ugo Picarelli e dal Sindaco di Capaccio Paestum Italo Voza, si è fermato a lungo con molti tra i cento espositori presenti.

Anche il Comune di Agropoli, con uno spazio espositivo presso lo stand del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, è presente alla XVIII edizione della Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico di Paestum.

Sarà un’accensione graduale, un percorso che inizierà giovedì 29 ottobre e avrà il suo clou martedì 8 dicembre: le luci di Natale nella Città dei templi si accenderanno in occasione dell’apertura della diciottesima edizione della Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico in via Magna Graecia, via Italia ’61 e viale della Repubblica.

Un brutto spettacolo diventa un vero spettacolo in un luogo magnifico. Le dilaganti irregolarità denunciate da Roberto Ippolito con il libro “Abusivi”, pubblicato da Chiarelettere, danno infatti vita ad “Abusivi show”.

È stata presentata questa mattina presso la Provincia di Salerno la XVIII edizione della Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico, in programma nell’area archeologica della città antica di Paestum da giovedì 29 ottobre a domenica 1 novembre.

Giovedì 29 ottobre alle ore 12.00 presso il Museo Archeologico Nazionale si svolgerà il seminario “I beni e le attività culturali nei Fondi Comunitari e nel Piano di Azione e Coesione 2014-2016 (PAC III)”, a cura della Direzione Generale per le Politiche Sociali, le Politiche Culturali, le Pari Opportunità e il Tempo Libero della Regione Campania, al fine di presentare e condividere con gli Amministratori locali, le Soprintendenze e gli Enti del Terzo Settore le azioni di valorizzazione e promozione del patrimonio culturale programmate dalla Regione.